Delfino Pescara. Zizzari a PrimaDaNoi.it promette il riscatto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3033



PESCARA. Consueta partitella del giovedì ieri per il Pescara, avversaria la Berretti superata per 5-0, in vista del difficile impegno di domenica sul campo della Ternana. Il tecnico Eusebio Di Francesco, considerate le assenze forzate di Verratti e Coletti e la disponibilità a mezzo servizio dell'acciaccato Bonanni, ha provato un centrocampo a 3 formato da Dettori, Tognozzi e Zappacosta.
Novità anche in avanti dove è stato provato il tridente composto da Soddimo e Sansovini esterni e Zizzari riferimento centrale. Non hanno partecipato all'amichevole Petterini e Romito. Il primo ha lavorato a parte mentre il secondo è rimasto a casa causa febbre.
«Sono due settimane che stiamo preparando la partita di Terni» – racconta Francesco Zizzari a PrimaDaNoi.it – «difficile ma se stiamo bene possiamo giocarcela con tutti fino alla fine, anche perché mancano 11 partite alla conclusione del campionato e tutto può succedere. Dobbiamo ragionare come se fossero 11 finali. Noi sappiamo che la Ternana è un'ottima squadra, attrezzata per stare nei piani alti della classifica. Noi vogliamo continuare la serie utile e la mentalità è quella di ragionare partita per partita».
«Alla fine vedremo dove sarà il Verona» – prosegue il centravanti biancazzurro – «che domenica in casa col Potenza affronta una partita comunque ostica. Ogni squadra fino alla fine cercherà di fare più punti possibili. Noi abbiamo come obiettivo quello di vincerle tutte e raggiungere la B».
Le speranze di Zizzari, in fatto di gol e partite giocate, erano ben diverse ad inizio stagione: «spero da qui alla fine anche io di essere protagonista perché davvero ho toccato uno dei periodi più brutti della mia carriera da calciatore. Vorrei essere importante per questa squadra».
«Ho avuto grossi problemi fisici» – prosegue Zizzari – «ho avuto poca continuità e per un calciatore è dura quando per un motivo o per l'altro non riesci a giocare più di 2-3 gare di fila. Non voglio trovare scuse ma pensare a fare più partite possibili. Il rammarico è la partita d'andata col Giulianova (1-1 con gol biancazzurro di Zizzari, ndr), che senza infortunio avrebbe probabilmente cambiato in positivo la mia stagione. Sta a me ora tenere il ritmo alto durante gli allenamenti».
La settimana scorsa mister Di Francesco aveva annunciato allenamenti specifici per gli attaccanti, a digiuno da diverse partite: «sì è vero abbiamo lavorato molto da questo punto di vista. Dispiace perché abbiamo raccolto davvero poco in avanti per i valori tecnici che abbiamo. La scorsa settimana e questa abbiamo focalizzato l'attenzione sulla fase offensiva, perché i primi insoddisfatti del rendimento siamo proprio noi punte».
«L'unico modo per migliorarsi» – conclude Zizzari – «è quello di allenarsi con impegno e costanza. Con il tecnico Di Francesco è migliorato molto il dialogo perché oggi come oggi è importante che tecnico e calciatori abbiano rapporti».

Andrea Sacchini 19/02/2010 10.05