Basket. Vince l’Amatori Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5076



PESCARA. Convincente e netta vittoria 96 a 75 dell'Amatori Pallacanestro Pescara contro il Caffè Quarta Monteroni nei confronti del quale ora ha a favore la differenza canestri (-7 all'andata).
I biancorossi sono rimasti in vantaggio dall'inizio del match sino alla fine mantenendo alto il ritmo del gioco e l'intensità difensiva per tutti i 40'. Una strategia che ha pagato notevoli dividendi anche per le diverse assenze con cui i pugliesi si sono presentati al PalaElettra: dieci i ragazzi ruotati da coach Nardecchia, sette quelli fati giocare da coach Quarta.
Le schermaglie iniziali sono state a favore dell'Amatori che ha spinto subito sull'acceleratore ed al 5' si è portata sul +8 (12-4) grazie ad una tripla di Di Carlo. Proprio il play pescarese, qualche azione più tardi, è stato costretto ad uscire dal campo per una brutta gomitata sull'orecchio rimediata a rimbalzo, infortunio che non gli ha consentito di continuare la partita.
La regia è stata inzialmente affidata a Morè e Pescara non ha diminuito la propria spinta, ma anzi l'ha aumentata infilando un parziale di 13-0 propiziato dai canestri di Scavongelli (7 punti), Grosso e Diener. Monteroni ha ritrovato la via del canestro solo nell'ultimo minuto del primo quarto e l'Amatori al suono della sirena ha registrato un vantaggio di +19 (27-8). Nella seconda frazione gli ospiti hanno chiuso maggiormente l'area agli avversari e ridotto leggermente il distacco, ma Pescara ha tutt'altro che mollato la presa andando al riposo lungo sul punteggio di 43 a 31.
Ad inizio ripresa Monteroni ha avuto un ovvio sussulto d'orgoglio che l'ha riportata sul -4 (45-41 al 23'), tuttavia il contro break biancorosso ha spento le velleità ospiti e incanalato definitivamente la partita.
I punti messi a segno da Di Carmine, Scavongelli, Diener e Grosso hanno riallungato il vantaggio dei padroni di casa sino al +17 (66-49) e suggellato il terzo quarto. Negli ultimi dieci minuti l'Amatori non ha alzato le mani dal manubrio ma ha continuato a giocare, spingere, pressare e segnare, incrementando ancora il gap che la divideva dai salentini.
Coach Nardecchia ha avuto anche la possibilità di far rifiatare gli uomini che fin ora hanno giocato di più dando maggiore spazio a ragazzi che hanno avuto un minutaggio ridotto come Piscione e Di Marco. Pescara è arrivata fino al +29 (89-60 al 37') e l'unica emozione dell'ultimo periodo l'ha data un improvviso e parziale blackout a 71” dalla fine quando le squadre erano sul 91 a 73. Dopo diversi minuti di empasse gli arbitri in accordo con le squadre hanno fatto riprendere il gioco e portato a termine la gara.
Dopo questa vittoria domenica prossima l'Amatori è attesa dalla trasferta a Monopoli contro un'altra squadra molto giovane e composta in gran parte da ragazzi.
All'andata finì 83 a 67 per Salvatore e compagni che ovviamente sperano di bissare ed allungare la propria striscia di vittorie portandola così a tre.
25/01/2010 8.37