Pallamano. Teramo-Sassari 36-34

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5296



TERAMO. La Leadercoop Teramo esce vittoriosa nel big match contro il Sassari Verde Vita imponendosi con il punteggio finale di 36-34 al termine di una gara molto equilibrata, combattuta ed altalenante nel risultato.
In un sol colpo le teramane raggiungono proprio Sassari al secondo posto e lo superano a parità di punti ribaltando la differenza reti nello scontro diretto (all'andata si erano imposte le sarde 33-32).
Esordio in casa Leadercoop per la polacca Skipor, solo panchina per l'ultimo arrivo in casa Sassari, l'argentina Pepe.
Mila Lucic gioca per la prima volta da italiana.
Le due squadre si equivalgono anche nelle assenze: nella Leadercoop Lakovic e Bagnaresi (infortunate), Adamczyk, Cherchi, Di Pietro e Fini (turn over); nella Verde Vita Chernova e Sias (infortunate), Benzoni, Piras e Dettori (turn over).
La gara si apre con qualche errore di troppo da ambo le parti, causato soprattutto dall'importanza della posta in palio.
Teramo trova il primo triplo vantaggio al 14' (8-5) grazie ad un goal della Profili che chiude un break di 4-0 per le teramane.
Deiana è costretto a chiamare time out.
Consigli del caso che sortiscono i loro effetti: alla ripresa del gioco tre reti consecutive della Logvin in 2' riportano in parità Sassari (8-8 al 16').
E' il momento migliore per Sassari che trova anche il suo primo doppio vantaggio al 20' (9-11) chiudendo il break sull' 1-6).
All'intervallo Sassari chiude avanti di due (15-17) con ben 10 reti della fuoriclasse austriaca Logvin.
Superato il momento sottotono nella seconda parte di prima frazione, la Leadercoop torna in campo dopo l'intervallo molto più determinata e motivata.
Al 4' una rete della Furlanetto piazza il nuovo pari (18-18) mentre il sorpasso al 7' è targato Dorovic (20-19).
Teramo, sfruttando il buon momento, prova quindi ad allungare: doppio vantaggio al 10' (23-21) grazie ancora alla Furlanetto; triplo vantaggio al 14' (27-24) con l'ennesima rete della Dorovic; più quattro al 20' (31-27) con l' unica rete della Cavenaghi.
Deiana ancora una volta è costretto a chiamare time out.
E ancora una volta la “strigliata” del tecnico sardo sortisce i suoi effetti: break di 0-3 ospite e al 25' la gara è riaperta (31-30).
La sfida diventa incredibilmente ancor più viva e il punteggio ad elastico rende l'esito sempre più incerto e a tratti avvincente.
Teramo ha nuovamente la forza di allungare in 2': contro-break di 3-0 e al 27' torna sul più 4 grazie ad una rete della Giannoccaro (34-30).
La gara sembra chiusa ma Sassari non è doma: le sarde impongono un parziale di 1-4 e a 20” dal termine, grazie ad una rete della Mladenovic, tornano a solo meno uno dalle locali (35-34).
Oltre al rischio di vedere sfumare la vittoria, il meno uno consente alle sarde di andare alla differenza reti dell'intero campionato per determinare la classifica avulsa tra i due team, rimandando quindi la situazione dello scontro diretto alla fine della stagione regolare.
Ma ci pensa Gloria Giannoccaro (una delle 4 ex di turno insieme a Profili, Dorovic e Pastor) a realizzare a soli 5” dal suono della sirena la rete del definitivo 36-34 che regala alla Leadercoop in un solo colpo vittoria, secondo posto e vantaggio negli scontri diretti nei confronti di Sassari.
In contemporanea a questo risultato la Leadercoop Teramo conferma anche il migliore attacco (252 reti), difesa (212) e differenza reti (+40) dell' intera serie A1 femminile.
Inoltre da sabato sera detiene anche il cannoniere più prolifico della stagione con Aida Dorovic (14 reti contro Sassari) che fino ad ora ha perforato le reti avversarie in 69 occasioni.

11/01/2010 9.54