Passato il Natale il Pescara tra mercato e questioni societarie

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4570

PESCARA. Terminate le vacanze di Natale il Pescara riprenderà gli allenamenti questa mattina al campo cittadino di Zanni. Nel pomeriggio giocatori e tecnici si trasferiranno sul manto erboso del Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.
In attesa della prossima giornata di campionato, il 10 gennaio all'Adriatico contro la Cavese, il club biancazzurro è alla ricerca di elementi di valore in grado di far fare il salto di qualità all'attuale organico. Le esigenze della squadra, considerando anche le possibili partenze, riguardano un jolly difensivo, un centrocampista ed un esterno. Negli ultimi giorni, ormai tramontata la pista Consonni, sul taccuino del Dg Lucchesi sono finiti i centrocampisti Biso e D'Antoni.
Sul fronte cessioni la società cercherà di piazzare una delle quattro punte in organico. Su tutte Zizzari o Ganci ma il discorso è molto complicato a causa dell'elevato ingaggio dei due.
Potrebbero fare le valigie anche Tognozzi e Dettori che vantano alcune richieste.
Nel frattempo, come ampiamente preventivato alla vigilia, l'assemblea dei soci ha prorogato fino al 27 gennaio prossimo il termine ultimo per effettuare l'aumento di capitale sociale. L'assemblea presieduta dal collegio sindacale e dal notaio Buta, alla quale mancavano i soci Sebastiani, Di Cosimo, Di Tieri, Acciavatti e Pirocchi, ha quantificato il debito in circa 2 milioni di euro. Il 70%, detenuto tra gli altri da De Cecco, Caldora e Edmondo, è già stato versato e all'appello manca soltanto il 30% dei “dissidenti”, che avranno un mese per coprire la loro parte.

Andrea Sacchini 29/12/2009 13.12