Delfino Pescara. Cuccureddu: «importante muovere la classifica»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5581

PESCARA. Prosegue il momento no in casa Pescara. Come se non bastassero i risultati tutt'altro che esaltanti dell'ultimo mese e mezzo, quattro pareggi e due sconfitte, ora Cuccureddu è costretto fare i conti anche con numerosi indisponibili e squalificati. In particolare per la gara interna col Real Marcianise il tecnico pescarese dovrà completamente rivoluzionare il reparto offensivo, privo di Ganci, Zizzari, Sansovini e Verratti. Quest'ultimo proprio pochi giorni fa è stato operato al ginocchio e dovrà stare fermo ai box almeno fino a gennaio.
Il punto di Potenza, che ha deluso per gioco al cospetto di una compagine in crisi tecnica e societaria, ha comunque permesso ai biancazzurri di rimanere in contatto con la capolista Verona. È chiaro però che serve una svolta in vista del rush finale del 2009. Prima del mese di gennaio, cruciale per il mercato, il Pescara affronterà Real Marcianise e Rimini. Due incontri importanti in ottica futuro anche per il tecnico Cuccureddu, al quale la società ha rinnovato la fiducia per l'ennesima volta.
«Nell'ultima trasferta a Potenza è mancato soltanto il gol» – racconta il tecnico biancazzurro Antonello Cuccureddu – «anche perché bisogna ricordare che giocavamo su di un campo pesante che non ci ha favorito davanti ad un pubblico caldo. Abbiamo condotto la partita dall'inizio alla fine mostrando in campo grinta, volontà e voglia di riportare a casa l'intera posta in palio».
«In questo periodo difficile» – prosegue Cuccureddu – «l'importante è muovere la classifica. Continuo a ripetere che i campionati si vincono a marzo-aprile. Il campionato di prima divisione è difficile non lo scopriamo ora. Le squadre sopra di noi non vanno forte e talvolta, come nel nostro caso, il pareggio in trasferta è buono».
Conclusione dedicata all'arbitraggio, che fuor di dubbio ha penalizzato la gara dei biancazzurri: «ormai sono stufo di parlare dell'arbitro ma la partita di Potenza è sotto gli occhi di tutti. Rigori non dati, gol annullato senza motivo. Questo si aggiunge a tanti altri errori, piccoli o grandi, che sono stati commessi ai nostri danni nelle gare precedenti».
Nel frattempo la riunione dei soci è stata posticipata dall'11 al 16 dicembre prossimo. In questa circostanza la proprietà discuterà dell'aumento di capitale sociale e verrà finalmente messo fine al “caso Sebastiani”.

Andrea Sacchini 09/12/2009 10.12