Serie D. L'Aquila perde 2-1 in casa con il Nuovo Campobasso

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5215



L'AQUILA. L'Aquila perde 1-2 al Fattori col Nuovo Campobasso ed abbandona almeno per il momento la testa della classifica. Nel primo tempo vantaggio ospite di Todino dopo pochi secondi e raddoppio al 45esimo su rigore con Covelli. Nella ripresa al secondo il gol aquilano realizzato su penalty da Sparacio.
Seconda sconfitta consecutiva tra le mura amiche dell'Aquila, che non da continuità al buon successo di 7 giorni fa ottenuto a Canistro. Ai punti i rossoblù avrebbero meritato miglior sorte ma al Campobasso va dato il merito di aver sfruttato le uniche due disattenzioni della retroguardia di casa. L'Aquila, che non si è espressa ai suoi consueti livelli, ha pagato a caro prezzo una sciocchezza di Modesti nei primi 45 minuti ed anche alcune decisioni avventate del direttore di gara. Su tutte il calcio di rigore solare non concesso per un tocco di mani in area nel primo tempo sul risultato di 0-1.
Per il resto, anche in inferiorità numerica, L'Aquila ha reagito alla grande provando in tutti i modi di raddrizzare il match. Tanta sfortuna nei primi 45 minuti con un palo colpito e almeno un altro paio di buone situazioni non sfruttate dagli avanti aquilani.
Nella ripresa, dopo il punto dell'1-2, L'Aquila si è spenta ed ha rischiato addirittura di subire il terzo gol dei molisani.
La cronaca parte subito dal primo minuto con il vantaggio del Nuovo Campobasso. Discesa di Todino sulla sinistra che si è accentrato superando Modesti in uscita con un preciso diagonale. All'ottavo reazione dell'Aquila con un gran tiro di Colella ottimamente contratto dall'intervento di un difensore ospite. Al 12esimo sugli sviluppi di un corner Sparacio in spaccata prende il palo. Al 18esimo Colella da fuori non inquadra di un nulla lo specchio della porta.
Col passare dei minuti scema l'ardore dei padroni di casa che al 45esimo subiscono il secondo gol. Dopo un'azione pericolosa del Campobasso incredibile ingenuità di Modesti che a pallone lontano rifila un calcetto a un giocatore del Campobasso. Il direttore di gara è lì e non può far altro che espellere il numero 1 aquilano assegnando il penalty agli ospiti. Calcio di rigore realizzato da Covelli.
Nella ripresa al secondo L'Aquila accorcia subito le distanza su penalty concesso per vistosa trattenuta in area su Pietrella. Dal dischetto è massima la precisione di Sparacio che trasforma. Il gol però non ha l'effetto di risvegliare la partita nonostante il rosso al molisano Iannetti nella stessa azione. È addirittura il Campobasso che va vicino al terzo gol al minuto 23 con un buon assolo di Cirilli che a tu per tu con Migliaccio sparacchia addosso al portiere.
Al 36esimo l'ultima azione del match e dell'Aquila ma la conclusione da fuori di Sparacio è troppo debole e centrale.
Domenica prossima scontro diretto al vertice sul campo della Santegidiese, anch'essa sconfitta ieri a Recanati.

TABELLINO
L'AQUILA: Modesti, Cavasinni, Nardoianni (32'st Recchiuti), Ruscitti, Di Francia, Ianni (25'st Natalucci), Vaglini (45'pt Migliaccio), Serafini, Colella, Pietrella, Sparacio. A disposizione: Rossi, Tavarozzi, Di Nardo, Martellucci. Allenatore: Cifaldi.
CAMPOBASSO: Ascani, De Santis, Iannitti, Fazio, Maglione, Manzo, Murano (27'st De Feo), Casapula (46'st Priore), Covelli (11'st Cirilli), Todino, Gherardi. A disposizione: Colantonio, Trapani, La Mura, Gennarelli. Allenatore: La Cava.
ARBITRO: Valerio della sezione di Messina.

Andrea Sacchini 16/11/2009 9.22