Delfino Pescara. Il Dg Lucchesi blinda la posizione di Cuccureddu

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2583



PESCARA. Clima tutt'altro che disteso in casa Pescara alla ripresa degli allenamenti. La sconfitta di Cosenza, certamente la peggior partita dei biancazzurri fin'ora in campionato, ha messo nell'occhio della critica squadra e tecnico. La posizione di Cuccureddu ad ogni modo è blindata, come ha sottolineato il Dg Fabrizio Lucchesi: «le voci che danno vicino l'addio di Cuccureddu sono sciocchezze. Abbiamo soltanto perso una partita in condizioni particolari. Dobbiamo lavorare per migliorare ma abbiamo tutte le carte in regola per riprenderci già dalla partita col Verona».
È chiaro comunque che che la proprietà ed i sostenitori del delfino si aspettano una pronta reazione già dalla prossima partita.
Cuccureddu ha invitato i dirigenti biancazzurri a mantenere un equilibrio maggiore in certe dichiarazioni alla stampa. Questo al fine di raggiungere maggiore tranquillità nell'ambiente. Per oggi comunque è possibile un incontro chiarificatore tra tecnico e dirigenza.
Prima dell'allenamento di ieri intanto duro faccia a faccia tra tecnico e giocatori. Due ore di confronto inevitabili dopo la brutta prestazione di domenica, priva di grinta e personalità.
Alla ripresa tutti a disposizione di Cuccureddu. Risultano ristabiliti Prisco, Verratti e Romito. Ha lavorato a parte il solo Medda.
Il tecnico dunque avrà solo l'imbarazzo della scelta per il posticipo di lunedì prossimo all'Adriatico contro il Verona.
Per l'occasione potrebbero esserci novità nell'undici iniziale. Spazio quasi certamente a Dettori in mezzo al campo con il possibile utilizzo dal primo minuto di Zizzari in luogo di uno tra Ganci e Sansovini. Difficile l'impiego da subito di Verratti, che dopo l'infortunio al menisco non è al top della condizione. Per il resto fiducia allo stesso modulo e schieramento delle ultime domeniche.
La squadra nel frattempo si allenerà questo pomeriggio dalle 14.30 al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.

Andrea Sacchini 11/11/2009 8.25