Filippo Di Prete a PrimaDaNoi.it «è un buon momento ma non è stato facile»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7264



CHIETI. Come di consueto ieri il Chieti, agli ordini del tecnico Vivarini, ha ripreso gli allenamenti in vista del secondo match consecutivo di domenica con la Civitanovese.
Per l'occasione importante iniziativa della società neroverde che devolverà parte dell'incasso a Telethon.
Dunque 2 euro di ogni biglietto venduto sarà devoluto alla ricerca per combattere la distrofia muscolare ed altre malattie genetiche.
L'evento verrà presentato questo pomeriggio alle 16.30 alla filiale di Chieti della Banca Nazionale del Lavoro, in Corso Marrucino.
La gara in questione, lo ricordiamo, è quella di domenica alle 14.30 che vedrà di fronte all'Angelini Chieti e Civitanovese.
«Vogliamo vincere per restare in alto» – racconta a PrimaDaNoi.it l'estremo difensore del Chieti, Filippo Di Prete – «anche perché non possiamo permetterci passi falsi. Con la Civitanovese sulla carta la partita è abbordabile ma non dobbiamo sottovalutare l'avversario. Sarà una partita difficile, quello sicuramente».
Il Chieti è reduce da 3 vittorie consecutive.
Questo, ovviamente, ha avuto ripercussioni positive sul morale del gruppo: «il momento è positivo, siamo contenti perché non sono stati successi facili. Abbiamo meritato sì ma non è stato assolutamente facile. Abbiamo messo in campo la grinta e la cattiveria giusta e giornata dopo giornata diventiamo sempre più squadra».
«Domenica scorsa con il Morro D'Oro» – prosegue il portiere neroverde – «è stato difficilissimo sbloccare il risultato perché loro si sono difesi molto bene. Nonostante il Chieti sulla carta era superiore abbiamo trovato molte difficoltà ad andare in rete anche per la bravura del loro portiere. La fortuna, giusto sottolinearlo, è stata anche dalla nostra parte nella coda del match».
Il Chieti non subisce gol da 3 partite. Un dato incoraggiante in vista del proseguo del torneo: «per noi da questo punto di vista è un momento molto positivo. Non prendiamo reti da 3 partite dopo che ad inizio campionato la nostra difesa è stata superata più volte. L'obiettivo di tutti ovviamente è quello di proseguire su questa strada. Per questo occorre mantenere sempre alta la concentrazione».
Filippo Di Prete, giovane classe 1991 proveniente dalla primavera della Fiorentina, è al primo anno con la casacca neroverde: «sono soddisfatto di come stanno andando le cose. In campo e fuori cerco sempre di dare il massimo. Ci sono e ci saranno partite dove giocherò meglio o peggio, ma l'importante è dare sempre il massimo. Al momento sto bene fisicamente».
«Questa di Chieti per me è una grande occasione» – conclude il portiere teatino – «perché oltre ad essere fuori quota in campo sono in una delle piazze più importanti di tutta la serie D. Io sono molto orgoglioso di essere qui e di vestire la maglia neroverde. Il portiere poi, si sa, è sempre un ruolo delicato».

Andrea Sacchini 11/11/2009 8.20