A Coach Andrea Capobianco l’Oscar del Basket

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4122



TERAMO. E' Andrea Capobianco – tra gli allenatori italiani – il trionfatore della ventiquattresima edizione dell'Oscar del Basket intitolato alla memoria di Pietro Reverberi, manifestazione promossa dall'Amministrazione comunale di Quattro Castella (RE) in collaborazione con la FIP (Federazione Italiana Pallacanestro), la FIBA (Federation Internazionale de Basketball), la Lega Basket, e con il patrocinio della rivista “SuperBasket” e dell'USSI (Unione Stampa Sportiva Italiana).
Il coach della Banca Tercas Teramo succede nell'albo d'oro come “Miglior Allenatore Italiano” a Matteo Boniciolli.
E' questo il verdetto di una selezione che ha visto impegnata una giuria formata da giornalisti specializzati a livello nazionale.
Appena ricevuta la notizia, Coach Andrea Capobianco ha commentato con queste parole: «Questo riconoscimento», ha detto, «mi riempie di orgoglio, perché so quanto sia importante, ed allo stesso tempo mi fa sentire ancora di più la responsabilità per provare a migliorarmi ancora di più. E' un punto importante da cui partire. Mi fa molto piacere aver appreso la notizia dalla telefonata del Presidente Antonetti. Condivido questo premio con tutti quelli che mi sono stati vicini e mi hanno dato una mano a crescere negli anni, a partire dal Professor Del Prete. Ma lo condivido anche con tutti gli esponenti della Società, dal Presidente stesso a Tonino Biancacci ed a tutti coloro che lavorano in sede e sul campo, perché mi hanno dato la serenità per lavorare nel modo migliore. Non da ultimi, devo ringraziare i componenti del mio staff, Marco Ramondino, Emanuele Di Paolantonio, Simone Stirpe, Claudio Mazzaufo e Domenico Faragalli, i giocatori che ho allenato quest'anno e quelli che ho allenato in passato e si stanno facendo valere nei vari campionati. A tutti loro devo un grazie di cuore per la grande disponibilità con cui hanno lavorato e lavorano con il sottoscritto».
L'appuntamento è a Quattro Castella per lunedì 22 febbraio 2010, quando avrà luogo la cerimonia ufficiale di consegna dei premi nella suggestiva cornice del Castello di Bianello.
Istituita nel 1985 in onore e ricordo del grande arbitro reggiano Pietro Reverberi, recentemente inserito nella “Hall of Fame” del basket mondiale dalla Fiba come uno dei migliori arbitri di tutti i tempi, la manifestazione ha saputo negli anni rinnovarsi diventando un punto di riferimento per atleti, dirigenti, arbitri e semplici appassionati della “palla a spicchi”: un momento importante per una rivisitazione della storia del basket, dei suoi personaggi, dei suoi miti e di quei valori umani che da sempre il basket riesce a trasmettere ai suoi tifosi.
L'iniziativa, grazie alla collaborazione della FIBA, è riconosciuta come l'unica manifestazione in Italia che premia tutte le categoria operanti nel mondo del basket, dagli arbitri ai dirigenti passando per giocatori, giocatrici, allenatori e giornalisti.

07/11/2009 8.55