Celano. Sensi a PrimaDaNoi.it:«il pareggio è di buon auspicio per il futuro»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3705



CELANO. Prosegue in casa Celano la preparazione per il prossimo match di campionato casalingo di domenica con la Colligiana. L'undici di Modica è reduce dal buon pari ottenuto sul campo della Nocerina. Un punto importante sia in ottica classifica sia per il morale per una squadra reduce dal brutto ko interno di sette giorni prima.
«Siamo contenti della prestazione di domenica» – racconta a PrimaDaNoi.it il difensore del Celano Matteo Sensi – «non era facile conquistare un punto su di un campo difficile come quello di Nocera giocando anche in inferiorità numerica. Abbiamo dato una grande dimostrazione di carattere portando via un ottimo risultato per noi».
Il pareggio con la Nocerina ha lasciato però un po' l'amaro in bocca in casa celanese per il dubbio calcio di rigore concesso all'undici di casa: «io ero in campo e posso dire che il rigore non c'era. L'arbitro ha fischiato un fallo di mani che non c'era, ho rivisto anche le immagini in tv. Sono stato anche ammonito nell'azione. Nonostante questo bisogna dire che la Nocerina come il Celano ha avuto diverse occasioni per andare in gol. Alla fine credo che il pareggio sia stato il risultato più giusto, pur considerando l'errore arbitrale sul calcio di rigore».
«A livello difensivo dobbiamo ancora migliorare» – prosegue l'ex difensore della Val di Sangro cresciuto nelle giovanili dell'Arezzo – «anche se la prestazione complessiva di domenica è di buon auspicio per il futuro. La classifica è molto corta e un risultato positivo potrebbe proiettarci nelle zone alte».
Sensi, che salterà per squalifica la gara con la Colligiana, mette in guardia i suoi dai pericoli della gara di domenica: «l'obiettivo ovviamente è quello di ottenere il massimo risultato in casa ma non sarà facile. Dovremo essere attenti perché loro hanno conquistato più punti in trasferta che in casa. Proprio come noi alla Colligiana piace molto attaccare ed utilizza un 4-3-3 offensivo. In difesa non dovremo concedere ripartenze. L'obbligo è quello di fare una partita di grande attenzione e concentrazione».
«A livello personale ho avuto qualche problema fisico durante la preparazione estiva» – conclude Matteo Sensi – «adesso mi sono ripreso e mi trovo molto bene con squadra, tecnico ed ambiente. Il nostro obiettivo ovviamente è quello di fare il miglior campionato possibile».
Infine mano pesante del giudice sportivo nei confronti del biancazzurro Marasco, che è stato squalificato per due turni.

Andrea Sacchini 05/11/2009 8.09