Aran Volley Pineto sconfitto in casa dal Perugia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3697



PALLAVOLO. PINETO. Buona cornice di pubblico per l'esordio casalingo domenicale del Pineto.
L'Aran conferma il sestetto che ben aveva impressionato contro Verona: capitan Ronaldo palleggiatore, Perazzolo opposto, Di Franco e Ravellino centrali, Ereu e Gradinarov di banda, Lampariello libero; formazione confermata anche in casa Perugia: diagonale palleggiatore-opposto formata da Sintini e Stokr, Bovolenta e Botti al centro, Cernic e Savani schiacciatori, Pippi libero.
Il primo set segue i binari dell'equilibrio fino alla seconda sosta tecnica, a cui si arriva con Perugia avanti di uno (16-15); poi l'Aran piazza il break decisivo, trova il sorpasso sul 20-19 e fa suo il parziale 25-23.
Anche l'inizio del secondo set è appannaggio di Pineto: 8-5 al primo minuto di sospensione, con sprazzi di bel gioco e con tutti i fondamentali che, cosi come nel primo parziale, girano alla grande; poi però arriva la reazione di Perugia che alza il ritmo, aggiusta le sue percentuali realizzative e difensive e mette pressione ai gialloblù di casa, che ora soffrono, vanno sotto al secondo time-out tecnico (15-16) e cedono poi il parziale, nonostante l'ammonizione a Bovolenta sul 20-17 Perugia.
L'incontro di fatto finisce qui: il terzo e il quarto set sono un monologo degli umbri: Pineto scompare dal campo; muro non più incisivo, errori gratuiti al servizio, difesa non impeccabile: per Savani (eletto miglior giocatore dell'incontro tra i giornalisti presenti) e compagni è ora vita facile conquistare i restanti due parziali e portare a casa i tre punti.
Tanto bella e incisiva nel primo, e buona parte del secondo set, quanto sprecona, fallosa e confusionaria nella restante parte del match; è questa l'Aran vista in campo stasera. Ma ormai Perugia è già acqua passata, mercoledì al PalaMaggetti arriva Vibo, per il recupero della prima giornata.

«Non c'è niente da fare», ha commentato Alessandro Brutti (Aran Cucine Abruzzo Pineto). «Per vincere, specie contro squadre forti contro Perugia, dobbiamo giocare sempre e tutti al 110%; oggi ci siamo riusciti solo nel primo set, ma dobbiamo continuare a pensare positivo e a crederci».
«Siamo in crescita e lo abbiamo dimostrato anche oggi», ha invece detto Andrea Sartoretti (RPA LuigiBacchi.it Perugia), «male nel primo set, poi abbiamo preso le distanze dal Pineto e abbiamo controllato il match senza eccessivi patemi. Continuiamo nella nostra scalata in classifica».


ARAN CUCINE ABRUZZO PINETO - RPA-LUIGIBACCHI.IT PERUGIA 1-3 (25-23, 21-25, 15-25, 17-25)
ARAN CUCINE ABRUZZO PINETO: Ravellino 8, Perez Moreno, Roberts 4, Modica, Lampariello (L), Henrique 3, Sborgia 1, Di Franco 2, Perazzolo 11, Ereu 13, Gradinarov 13. Non entrati Armeti, Centorame. All. Brutti Alessandro. RPA-LUIGIBACCHI.IT PERUGIA: Savani 14, Cernic 14, Nemec, Botti 9, Ogurcak, Sintini 4, Pippi (L), Stokr 20, Bovolenta 15. Non entrati Fanuli, Hubner, Bucaioni, Lo Bianco. All. Sartoretti Andrea. ARBITRI: Roberto Boris, Giampiero Perri. NOTE - Spettatori 1200, incasso 6600, durata set: 29', 28', 27', 23'; tot: 107'.

26/10/2009 10.40