Pallavolo. Verona di rimonta: è suo il match contro il Pineto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5810



PINETO. Sconfitta con onore per l'Aran Volley Pineto che cede solo al tie-break al Marmi Lanza Verona; ed anzi, per Pineto c'è il rammarico di non essere riuscita a chiudere la contesa dopo essere stata avanti 2-0.
Lo starting six di Pineto presenta due novità: l'esordio da titolare dal primo minuto per Ravellino, al posto di Sborgia, e la promozione di Gradinarov in luogo di Roberts; confermati i restanti elementi del sestetto, con la diagonale palleggiatore-opposto Ronaldo Perazzolo, Ereu come secondo schiacciatore e Di Franco al centro.
I primi due set sono un monologo pinetese: i ragazzi di mister Brutti giocano a meraviglia, l'organico gira alla perfezione e per Verona c'è poco da fare: il ritorno di Ravellino si fa sentire e da sostanza al muro, insieme a Di Franco; Perazzolo è un cecchino inaresstabile, anche dalla seconda linea; Ronaldo sapiente e imprevedibile in cabina di regia; Ereu e Gradinarov bravi ad attaccare quanto a difendere; Lampariello sempre attento in difesa.
L'Aran con un doppio 25-18 si porta avanti 2-0 e pregusta la vittoria. Ma Verona è squadra esperta, capace di risalire la china nei momenti di difficoltà.
L'inserimento di Della Lunga (mvp dell'incontro) è decisivo per le sorti del match. Pineto ora soffre la crescita della Marmi Lanza e, fattore ancor più importante, va in difficoltà, complice la mancanza di preparazione e gli eventi avvenuti in settimana, da un punto di vista tanto fisico quanto mentale.
L'Aran fa di tutto per restare aggrappata a Verona, ma i ragazzi di mister Brutti commettono qualche errore di troppo, in particolare al servizio; si assiste ora ad un altro match, che vede gli ospiti condurre le danze, e trovare il pareggio prima, e la vittoria al tie-break dopo.
Resta il rammarico in casa Aran di non essere riusciti a chiudere la contesa, quando su 2-0 Verona era alle corde; ma Pineto esce sconfitta a testa alta, tra gli applausi del pubblico, e con la consapevolezza che questa squadra potrà giocarsela con chiunque. Per gli ospiti, invece, due punti parsi a un certo punto insperati, che la rilanciano in classifica.


ARAN CUCINE ABRUZZO PINETO: Ravellino 9, Perez Moreno, Roberts 4, Modica, Lampariello(L), Ronaldo 4, Sborgia 3, Di Franco 9, Perazzolo 21, Ereu 15, Gradinarov 11. Non entrati: Centorame, Armeti. All:Alessandro Brutti

MARMI LANZA VERONA: Latelli(L), Groppi, Sottile 2, Della Lunga 12, Lasko 17, Kovar 5, Curti 5, Holt 2, Galabinov, Colaci 1, Kromm 22, Howard 9. Non entrati: Peslac. All: Bruno Bagnoli

Risultato finale: 2-3 (25-18, 25-18, 19-25, 19-25, 11-15)

Note: durata parziali: 26', 27', 26', 24', 14' tot. 117'
nel corso del 2° set, sul punteggio di 4-3, ammoniti Perazzolo e mister Bagnoli.



22/10/2009 13.28