Coletti: «la concorrenza è l'arma in più di questo Pescara»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4916



PESCARA. Va avanti per il Pescara la preparazione in vista del match esterno sul campo della Spal. L'obiettivo degli abruzzesi ovviamente, dopo 4 pareggi consecutivi lontano dall'Adriatico, è quello finalmente di sbloccare lo 0 della casella vittorie esterne. Per il match di Ferrara il tecnico Cuccureddu dovrebbe confermare la stessa formazione di 4 giorni fa. Spazio dunque a Zanon, Vitale, Ganci, Gessa e Coletti. Quest'ultimo in particolare, partito riserva di Tognozzi e Dettori, malgrado le tante richieste in estate è stato giudicato incedibile dalla società e con il duro lavoro ha saputo ritagliarsi uno spazio importante in squadra: «in squadra siamo tutti giocatori di ottimo livello. Bisogna aspettare il momento opportuno poi tutto sta nel farsi trovare pronti. Col Ravenna ringrazio tutti dei complimenti. La concorrenza non mi spaventa e credo sia l'arma in più che hanno le grosse squadre per vincere. Bisogna sempre essere vigili e carichi perché c'è sempre da guadagnare un posto».
«Io me la gioco» – va avanti il centrocampista del Pescara – «anche se davanti a me ho calciatori importanti che hanno giocato in categorie superiori. Da loro posso solo imparare».
Il successo col Ravenna ha permesso al Pescara di raggiungere la vetta della classifica: «io non guardo la classifica. Il nostro campionato deve essere costruito partita dopo partita. Essere oggi primo in graduatoria non mi interessa, voglio esserlo a 4 partite dalla fine con 10 punti di vantaggio».
Dopo un primo tempo difficile i biancazzurri sono venuti fuori alla distanza: «abbiamo forse un po' sofferto l'inizio perché loro sono partiti molto forte. Noi nei primi minuti dovevamo ancora trovare la sistemazione giusta mentre il Ravenna correva molto di più. Dopo il primo quarto d'ora ci siamo assestati e loro non hanno creato grossi pericoli gol a parte».
«Nel secondo tempo abbiamo avuto una reazione non indifferente» – precisa Coletti – «dopo il gol del 2-1 negli ultimi minuti al contrario di altre volte non abbiamo sofferto per nulla. Abbiamo tenuto palla ed attaccato al momento giusto. Poi chi è entrato a partita in corso ci ha dato una grossa mano. Ora però archiviamo il match col Ravenna e pensiamo subito alla Spal».
Proprio a Ferrara il Pescara è alla ricerca dei primi 3 punti lontano dalle mura amiche dell'Adriatico: «dobbiamo scordarci di essere primi. Domenica a Ferrara sarà una battaglia perché la Spal è una buona squadra ed ha qualche elemento di spessore».
«Da un lato mi dispiace per l'infortunio di Bazzani» – conclude Coletti – «ma dall'altro calcisticamente parlando per noi può essere un vantaggio perché è un grande giocatore».
Oggi il Pescara disputerà al Poggio degli Ulivi, inizio ore 14.30, un'amichevole in famiglia. Per Ferrara intanto sono stati venduti oltre 400 biglietti sui 700 messi a disposizione dalla Spal.

Andrea Sacchini 22/10/2009 9.38

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK