Delfino Pescara. Zanon: «sfatiamo il tabù trasferta»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4085



PESCARA. Clima disteso e sereno in casa Pescara alla ripresa degli allenamenti. Erano tutti a disposizione del tecnico eccezion fatta Prisco, che ha svolto lavoro differenziato in piscina ed in palestra.
Cuccureddu già da ieri ha iniziato il lavoro in vista della prossima trasferta dei biancazzurri a Ferrara contro la Spal. Con ogni probabilità l'ex tecnico di Avellino e Torres confermerà lo stesso undici che domenica ha superato brillantemente 2-1 il Ravenna. Squadra che vince non si cambia e da inizio campionato è ormai tradizione consolidata la conferma da parte di Cuccureddu degli stessi undici che bene hanno figurato la domenica prima.
Con la Spal comunque si ripresenteranno gli stessi ballottaggi di due giorni fa. Vitale-Petterini, Coletti-Tognozzi e Zanon-Medda con i primi nettamente favoriti.
Zanon in particolare ha fatto il suo esordio dal primo minuto proprio nell'ultimo turno di campionato col Ravenna: «non parlo mai della mia prestazione ma della prova della squadra. Abbiamo portato a casa un risultato importante contro un'avversaria tutt'altro che abbordabile. Disputando un buon incontro certamente abbiamo meritato la vittoria. È stata una domenica felice per noi e per me che ho esordito da titolare».
Sul dualismo tra lui e Medda, il terzino destro è chiaro: «c'è dualismo come in tutti i ruoli perché siamo un gruppo numeroso e valido. È l'allenatore che fa le sue scelte. Sappiamo che la maglia in palio è una soltanto. Una volta toccherà a me e una volta a lui. La speranza ovviamente è quella di giocare il più possibile».
Il Pescara, ancora imbattuto, lontano dall'Adriatico non ha ancora vinto. Domenica con la Spal potrebbe essere l'occasione ideale per riportare in Abruzzo l'intera posta in palio: «fuori casa abbiamo sempre fatto delle buone prestazioni. Per qualche motivo però gli avversari hanno sempre recuperato il nostro iniziale vantaggio. Vogliamo sfatare il tabù trasferta già domenica a Ferrara».
Damiano Zanon, aquilano classe 1983, è passato al Giulianova all'età di 14 anni. Da lì, dopo un anno in prestito a Castrovillari, l'attuale difensore di fascia biancazzurro ha trascorso 7 stagioni a Celano con una parentesi alla Cisco Roma: «ho ottimi ricordi di Celano, lì ho passato 7 anni fantastici. Sono partito con loro dall'Eccellenza fino alla C2, sfiorando due stagioni fa addirittura la promozione in C1 ai play-off. È una società che mi è rimasta nel cuore e non posso che parlare bene della società e della città».
Nel frattempo la Spal ha comunicato che sono in vendita i tagliandi di settore ospiti per l'incontro di domenica.

Andrea Sacchini 21/10/2009 7.58