Vitone a PrimaDaNoi.it: «io e Romano pronti a ripartire da Chieti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3509



CHIETI. Stefano Romano è a tutti gli effetti un giocatore del Chieti e potrà essere schierato già domenica all'Angelini contro la Renato Curi Angolana. Mancava soltanto l'ufficialità, puntualmente arrivata nel pomeriggio di ieri. Il calciatore ha firmato il contratto, già sottoscritto da qualche giorno, ed ha già sostenuto il primo allenamento agli ordini del tecnico Vivarini.
Al Chieti Stefano Romano ritroverà di nuovo Fernando Vitone. Entrambi, coetanei e cresciuti nella primavera del Pescara, speravano in un futuro diverso dopo essere stati aggregati anni addietro alla primavera della Juventus. Vitone, intercettato da PrimaDaNoi.it, ha accolto entusiasta l'arrivo dell'ex compagno ai tempi della primavera biancazzurra: «Stefano potrà darci una mano importante per il proseguo del torneo. Ha tanta qualità e sicuramente il Chieti ha fatto un grande acquisto. Sono particolarmente contento perché come tutti sanno ho già giocato con lui. Entrambi siamo pronti a ripartire da Chieti dopo una carriera che tutti e due ci auguravamo diversa».
Dopo un buon inizio di campionato con l'Agnonese è arrivata la prima sconfitta stagionale. Una partita strana risolta da episodi sfavorevoli all'undici neroverde: «nel primo tempo abbiamo giocato benissimo ma abbiamo sbagliato delle occasioni nitide davanti la porta. Nel secondo tempo la partita è stata decisa da qualche episodio anche se noi abbiamo avuto i nostri demeriti».
«Abbiamo giocato bene nei primi 45 minuti come con L'Aquila» – prosegue il centrocampista teatino – «ma non abbiamo concretizzato e questo è stato un errore grave. Ci manca maggiore cattiveria sotto porta. Siamo rammaricati perché nel secondo tempo non c'è stata reazione da parte nostra».
In molti a fine gara si sono lamentati dell'arbitraggio che nella seconda frazione di gioco ha indubbiamente danneggiato la prova del Chieti. Vitone però non vuol cercare alibi: «è stato negativo ma l'arbitraggio non è stata la causa principale della nostra sconfitta. In questi momenti è meglio pensare ai nostri errori».
Conclusione dedicata all'Angolana, prossima avversaria del Chieti domenica all'Angelini: «quest'anno il campionato è difficile e ricco di squadre molto competitive. In casa abbiamo fatto soltanto 2 pareggi e vogliamo conquistare la prima vittoria davanti il nostro pubblico. Sarà difficile perché al di là dei punti in classifica l'Angolana è una buona squadra».
Ieri infine il giudice sportivo ha appiedato per un turno il difensore Tiziano Mucciante, espulso domenica, mentre ha inflitto due giornate al tecnico Vincenzo Vivarini. La società, inoltre, è stata multata di 1.500 euro per l'episodio dell'invasione di campo ad Agnone avvenuto nell'ultima mezz'ora. La multa è stata accolta in società con un sospiro di sollievo visto che si temeva addirittura la squalifica del campo per il match di domenica all'Angelini contro la Renato Curi Angolana.

Andrea Sacchini 08/10/2009 7.39