Ponzio Pescara. Inoltrato il ricorso contro l'errore arbitrale di sabato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2077



PESCARA. Come nelle previsioni ieri la società Ponzio Pescara ha inoltrato ricorso contro l'omologazione del 4-2 subito sabato scorso ad Arzignano.
Il match, seppure il risultato è apparso giusto per i valori tecnici espressi in campo, è stato viziato da un gravissimo errore tecnico da parte dei due arbitri. Al 14esimo minuto e 34 secondi del primo tempo il calciatore dell'Arzignano Gulizia aveva ricevuto la prima ammonizione. Al 13esimo del secondo tempo lo stesso giocatore di casa ha ricevuto la seconda ammonizione senza però essere stato espulso per due minuti dai direttori di gara Iacuzio e Trinchese. Una svista gravissima che ha permesso a Gulizia 15 secondi dopo, proprio lui che non aveva più il diritto di rimanere in campo, di rimanere sul terreno di gioco ed addirittura realizzare la rete del definitivo 4-2.
L'errore, fatto ancora più grave, è avvenuto sul risultato di 3-2 per i padroni di casa. Dunque a partita ancora tutta da giocare con parziale incerto.
La vittoria dell'Arzignano, come sottolineato dalla società pescarese, è stata meritata ma viziata da una svista imperdonabile a certi livelli.
Giustamente la Ponzio Pescara ha inoltrato ricorso allegando anche tutto il corredo televisivo dell'azione.
Sull'accaduto si è espresso nel pomeriggio il Direttore Generale, Ivano Di Sciascio: «le immagini televisive sono chiare ed inequivocabili. La non espulsione del giocatore dell'Arzignano è stata una mancata applicazione del regolamento e non una cattiva interpretazione da parte dei due arbitri».
Nel frattempo la squadra è tornata al lavoro in vista del prossimo match interno di sabato contro la Marca Futsal. La partita verrà trasmessa in diretta dalle telecamere di RaiSport Più. Per l'occasione recuperato Menini mentre il tecnico Marzoli, dopo aver scontato la squalifica, tornerà in panchina.

Andrea Sacchini 07/10/2009 13.16