Delfino Pescara. Pinna: «momento positivo anche per me»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2415



PESCARA. Prosegue in casa Pescara la preparazione in vista del big match di domenica all'Adriatico contro la Ternana. La partita, per logiche di classifica, riveste una grande importanza per entrambe le squadre divise da soli 3 punti. La Ternana, prima in graduatoria in compagnia della sorpresa Portogruaro, fin'ora ha perso soltanto a Verona ed è stata protagonista di un inizio di torneo fantastico. I biancazzurri, imbattuti, in casa hanno sempre vinto e con gli umbri cercano la quarta affermazione su 4.
Per l'occasione buone notizie per il tecnico Cuccureddu che potrà contare sui recuperati Gessa e Tognozzi. Ancora out Zizzari che tornerà a correre con i compagni martedì alla ripresa degli allenamenti. Tra i convocati per l'impegno con la Ternana ci sarà anche Mengoni, che ha scontato il turno di squalifica dopo il rosso di due settimane fa a Giulianova.
Per quanto riguarda la formazione potrebbero esserci 3 novità rispetto l'undici che 5 giorni fa ha superato con qualche sofferenza l'Andria. Mengoni dovrebbe riprendere il proprio posto al centro della difesa in coppia con capitan Olivi. A centrocampo invece Zappacosta e Coletti sono destinati alla panchina in favore Gessa e Tognozzi. Scontato poi il ritorno al più collaudato 4-4-2.
Nelle ultime due partite i biancazzurri, pur non brillando per gioco e spettacolarità, hanno totalizzato 4 punti. Grande merito va dato al ritrovato Salvatore Pinna, che nonostante i complimenti resta con i piedi per terra: «sono contento. Piano piano sto ritrovando la forma migliore. Con l'Andria sono stato felice soprattutto per i 3 punti che sono fondamentali anche se è logico i complimenti fanno sempre piacere».
Con l'Andria l'estremo difensore pescarese è stato il migliore in campo con almeno 3 interventi decisivi nel primo tempo: «ho fatto del mio meglio. Ricordo il secondo intervento su Maccan in uscita. Ad essere sincero non so come ho salvato la porta. La seconda è stata molto difficile per la dinamica dell'azione. Mentre la prima vai a chiudere lo specchio la seconda sono stato bravo a leggere il movimento dell'attaccante tra il nostro difensore ed il palo. Ho coperto tutto e sono stato anche fortunato perché il pallone mi è sbattuto addosso».
«Abbiamo incontrato l'Andria ultima in classifica ed abbiamo trovato delle difficoltà» – prosegue Pinna – «perché non è mai facile affrontare in casa questo tipo di squadre. Siamo riusciti a venire fuori con l'esperienza ed il risultato è ciò che conta di più. L'Andria è partita subito molto aggressiva. All'inizio hanno avuto qualcosa più di noi che siamo scesi in campo forse troppo timorosi. Nel secondo tempo la squadra è cambiata ed abbiamo creato molte più occasioni».
Dopodomani arriva la Ternana: «possiamo vincere abbiamo tutte le qualità per farlo. Probabilmente ci saranno maggiori spazi per giocare a pallone rispetto le ultime partite casalinghe vinte con Valle del Giovenco e Andria».

Andrea Sacchini 02/10/2009 9.13