L'Aquila Rugby. Il tecnico Di Marco:«consapevoli della nostra forza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2172




L'AQUILA. Appuntamento importante questa sera a partire dalle ore 19.00 quando verrà presentata la prima squadra de L'Aquila Rugby all'Agri Service in via della Croce Rossa. La formazione neroverde, tornata nel campionato italiano di Super 10 dopo due anni di assenza, ha tutte le intenzioni di affrontare un torneo all'altezza delle grandi tradizioni del club.
Nelle ultime settimane la società ha ufficializzato importanti operazioni di mercato in entrata, che certamente hanno innalzato il livello tecnico di una rosa già all'altezza di competere nel Super 10.
Intanto prosegue senza particolari difficoltà la marcia di avvicinamento al primo incontro stagionale nel campionato italiano di Super 10. L'Aquila sarà impegnata venerdì alle 19.00 al Fattori col Viadana Rugby. L'impegno per gli uomini di Di Marco è particolarmente ostico al cospetto di una formazione che ha concluso il passato campionato in seconda posizione. I neroverdi dunque, che certamente avranno dalla loro parte molto pubblico, sono chiamati ad una grande prova.
Con ogni probabilità non sarà della partita il neo-acquisto Mike Barbieri. Il pilone italo-canadese, l'ultimo anno al Treviso, ha nelle gambe pochi allenamenti col gruppo e non è in condizione di disputare un match per intero. Si tenterà fino all'ultimo invece di recuperare l'infortunato Purdy.
Sulla difficoltà dell'incontro col Viadana, che verrà trasmesso in diretta televisiva su RaiSport Satellite, è intervenuto il tecnico de L'Aquila Rugby, Massimo Di Marco: «è una compagine di grandissimo spessore, non a caso sono i vice-campioni d'Italia. Sono convito però che qualche punto debole ce l'hanno anche loro. Fondamentalmente dovremo affrontare il Viadana senza alcun timore, dobbiamo solo essere consapevoli della nostra forza. Noi possiamo mettere in crisi chiunque».
«Massimo rispetto per tutti» – prosegue Di Marco – «ma L'Aquila quando gioca in casa deve mettere timore a chiunque. Il nostro punto di forza è il gruppo, formato da ottimi giocatori dal punto di vista sia sportivo sia umano. La nostra forza viene dall'impegno e dalla consapevolezza di avere a disposizione un gruppo di ragazzi eccezionale».
Sugli obiettivi stagionali il tecnico de L'Aquila Rugby preferisce mantenere i piedi ben saldi a terra: «non ci siamo posti nessun obiettivo. Siamo consapevoli di essere una neopromossa. Vogliamo semplicemente fare bene. A fine stagione tireremo le somme. Per il momento non ci poniamo alcun traguardo».
Col passare dei giorni la condizione fisica aumenta frutto anche di un lavoro specifico: «nelle passate settimane abbiamo curato molto la fase atletica, negli ultimi giorni la concentrazione è tutta rivolta alla partita di venerdì».
«Stiamo lavorando bene» – conclude il tecnico dei neroverdi – «ma come ho già detto sappiamo che l'esordio sarà difficilissimo. Siamo fiduciosi di poter dire la nostra in ogni incontro».

Andrea Sacchini 09/09/2009 8.40