Basket. Bls Chieti, progetti ambiziosi per il nuovo campionato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3512


BASKET. CHIETI. Sono stati presentati ieri mattina la nuova squadra e il nuovo main sponsor della Pallacanestro Teate.
Per la stagione 2009-2010 la compagine teatina sarà abbinata alla Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, che dunque ha dato il nome alla squadra BLS Chieti.
La BLS Chieti parteciperà al campionato nazionale di serie B con concrete e rinnovate ambizioni, forte dell'esperienza dello scorso anno che l'ha vista protagonista fino ai quarti di finale dei play off promozione e di un roster decisamente competitivo che conta 5 nuovi acquisti 3 dei quali provenienti dalla categoria superiore: il play Rajola, l'ala Feliciangeli e la guardia Stijepovic, che con il pivot Carpineti e il play-guardia Adamo vanno ad integrare le importanti conferme del capitano De Ambrosi e dei lunghi Peruzzi e Castelluccia oltre ad un gruppo di giovani interessanti sotto la guida del bravo coach Gabry Di Bonaventura.
Nello staff l'entusiasmo è palpabile, consapevoli del grande impegno compiuto dalla società cestistica teatina del presidente Gianni Di Cosmo che ha voluto presentare le “Furie” in uno dei luoghi simbolo della città, il Teatro Marrucino.
«Vogliamo sollecitare l'orgoglio di vecchi e nuovi appassionati e di tutta la cittadinanza e restituire al basket di Chieti il blasone sportivo che merita – ha detto Di Cosmo – e ringrazio la Bls che ha creduto nel nostro progetto e gli altri sponsor che hanno già rinnovato la loro adesione a sostegno dei nostri obiettivi di promozione in serie A, augurandoci che altri vogliano presto unirsi al nostro ambizioso programma».
Nel girone B, che comprende squadre della dorsale adriatica tra l'Abruzzo e il Veneto, gli avversari più accreditati nella corsa ai play off sono Faenza, Ravenna Padova e Recanati.
Per favorire la partecipazione del pubblico, la BLS Chieti ha mantenuto invariati i prezzi degli abbonamenti e dei biglietti.
LA SQUADRA
RAJOLA STEFANO
Play abruzzese classe 1972, lo scorso anno semifinalista in A Dilettanti con Ferentino (11.5 punti di media). Giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni, soprattutto in Abruzzo dove per anni è stato bandiera del Teramo Basket (3 stagioni in Serie A con la canotta biancorossa), Rajola vanta, fra le altre, esperienze in A2 a Napoli e Novara, in Serie A a Reggio Calabria, Napoli, Teramo e Scafati. Dopo le tantissime trattative che hanno riguardato il giocatore, conteso dai club di prima fascia della A Dilettanti, Chieti ha portato a casa un'atleta di altra categoria, sicuramente un lusso per la B.

FELICIANGELI ROBERTO
Ala forte, classe 1974 cresciuto nel settore giovanile de “Il Messaggero” Roma, Feliciangeli ha chiuso la stagione appena conclusa collezionando 30 presenze, delle quali 23 in quintetto, con 21 minuti e quasi 7 punti di media in LegaDue (high stagionale di 18 punti contro Roseto). 203 centimetri, grande talento e atletismo, Feliciangeli, oltre a poter trovare un posto nella seconda serie nazionale, avrebbe sicuramente fatto la fortuna di qualsiasi squadra di vertice del torneo di A Dilettanti. La Pallacanestro Teate ha superato la concorrenza, riuscendo a mettere a segno quello che, quasi sicuramente, può essere considerato il trasferimento dell'anno dell'intero mercato della Lega Nazionale Pallacanestro. Nelle stagioni precedenti “Picchio” è stato bandiera della Sebastiani Rieti, squadra con la quale ha ottenuto la promozione in A2 nel 2003-2004 (vincitore della Coppa Italia di B1), poi 3 stagioni da protagonista nella seconda serie nazionale, concluse con l'indimenticabile promozione di Rieti in A1 e la vittoria della Coppa Italia di categoria (high score di 30 punti nel 2005 contro Montegranaro).

CARPINETI LEONARDO
203 cm di altezza, nello scorso anno Carpineti ha vestito la maglia del Bernalda (Serie B) chiudendo la stagione con oltre 10 punti a partita. Giocatore molto potente, dotato di un'ottima mano, il pivot marchigiano vanta esperienze in B a Bisceglie (11.6 ppg) e in A Dilettanti a Palestrina (6.8 ppg), Ancona (10 ppg), Veroli, Campli e Montegranaro. Ha esordito in LegaDue a Livorno dove è rimasto per due stagioni. Fin qui dunque solo piazze importanti per il neo pivot della Pallacanestro Teate, ben conosciuto dai nuovi compagni, giocatore che per caratteristiche si incastra alla perfezione con i nuovi innesti del team biancorosso.

ADAMO GIUSEPPE
Play-guardia classe 1987, 186 cm di altezza, Adamo è reduce da un campionato di Serie C a Campobasso: 11.1 punti di media a gara in 27.7 minuti di utilizzo, high stagionale di 27 punti contro il Lanciano. Nonostante la giovane età, l'atleta casertano vanta già diverse stagioni di esperienza a buon livello: nel 2007/2008 in Serie B ha vestito la maglia del Bisceglie (6.4 punti in 18 minuti di media); nell'annata 2006/2007 di nuovo in Serie C con la maglia del Santa Maria a Vico, squadra che l'ha visto protagonista anche nella stagione precedente, 2005-2006, quando Adamo ha affrontato il Chieti da avversario mettendo a referto 15 punti contro Capone e compagni.
STIJEPOVIC MILOS
Guardia di 183 cm, classe 1986, nato a Podgorica in Montenegro. Stijepovic ha svolto tutta la trafila nel settore giovanile di Salerno dove ha avuto come allenatore Andrea Capobianco, attuale tecnico del Teramo Basket. Protagonista di un ottimo campionato a soli 20 anni con la maglia di Bernalda (quasi 10 punti di media nel girone D di B2 nel 2006/2007), Milos approda nella stagione seguente in LegaDue a Jesi alla corte del "suo" coach Capobianco. Con la maglia della formazione marchigiana colleziona 25 presenze con 4 minuti di utilizzo a gara (high stagionale di 8 punti contro Novara). L'ultima esperienza vede l'atleta montenegrino, nel suo ultimo anno da under, indossare la maglia del Molfetta (high stagionale di 12 punti): partendo dalla panchina mette in mostra le sue grandissime qualità di difensore.

DE AMBROSI GIANLUCA
Il capitano Gianluca De Ambrosi (detto “DJ”, soprannome dedicato ad uno dei suoi idoli calcistici, Dejan Savicevic) è nato a Mestre il 2 Giugno 1971, cresciuto nelle giovanili della Scavolini Pesaro, è uno dei giocatori simbolo della Serie A Dilettanti essendo il migliore marcatori di sempre con oltre 9500 punti segnati. Al terzo anno in canotta Teate, Gianluca è un “numero 3” di 196 centimetri di altezza che possiede un vastissimo arsenale offensivo: penetrazione, arresto e tiro, tiro da tre punti, dalla media, in post basso... insomma, tutto quello che serve per impensierire a dovere le difese avversarie. “DJ” ha esordito in serie B con la Sutor Montegranaro nel 1989-90; la sua carriera l'ha poi visto protagonista per due stagioni in A2 con l'Ambrosiana Milano e per oltre 10 anni in B1 con le maglie di Montegranaro, Faenza, Rieti, Modena, Cento, Firenze ed Ancona.

CASTELLUCCIA LUCA
Prelevato in giovanissima età dal Siena, l'ortonese Luca Castelluccia è cresciuto in uno dei migliori settori giovanili italiani, entrando nel giro delle nazionali giovanili. Negli ultimi anni ha maturato importanti esperienze in LegaDue a Pavia, in Serie A Dilettanti a Patti, in B ad Olbia e Gualdo Tadino. Proprio nel centro umbro ha portato a termine la sua miglior stagione chiudendo con una media di oltre 10 punti a partita. Castelluccia, al secondo anno a Chieti, può sfruttare le sue enormi qualità fisiche per ricoprire indifferentemente i ruoli di esterno e di lungo.

PERUZZO FEDERICO
Il pivot padovano, dall'alto dei suoi 214 centimetri, alla seconda stagione a Chieti, vanta un curriculum di tutto rispetto avendo, dopo i 3 anni di college negli Stati Uniti, disputato diversi campionati di Serie A Dilettanti e B (Teramo, Campli, San Severo e Gorizia). Federico mette a disposizione i suoi centimetri e la sua esperienza nelle rotazioni dei lunghi biancorossi. La Pallacanestro Teate lo ha affrontato da avversario negli infuocati derby di C col Pescara.

PERRICCI ROBERTO, 1973, ala, vice allenatore delle Furie nella scorsa stagione, ricopre oggi il duplice ruolo di giocatore e terzo allenatore.

BRANCIAROLI GIANLUCA, 1991, play
DE LAURENTIIS QUIRINO, 1992, pivot
OLIVA STEFANO, 1992, ala piccola
DI BIASE FRANCESCO, 1992, ala piccola

03/09/2009 8.35