Lega Pro. Partito nella Marsica il ritiro di Valle del Giovenco e Celano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2970



VALLE DEL GIOVENCO. È partita la preparazione estiva della Valle del Giovenco pronta a cimentarsi, per la prima volta nella sua storia, nel campionato italiano di prima divisione. La splendida cavalcata play-off dell'anno scorso, conclusa con la promozione, ha avuto come primo importante effetto quello della conferma quasi in blocco della rosa del passato campionato. Malgrado la società fino ad ora abbia lavorato soprattutto nel preservare la rosa dello scorso campionato, dal mercato sono arrivati comunque il difensore Di Berardino, giunto dalla Pistoiese via Juventus e gli esterni Rebecchi e Bettega prelevati rispettivamente dall'Andria e dal Siena.
Per il resto i convocati per il ritiro sono i portieri Merletti e Bifulco; i difensori Di Berardino, Locatelli, Cuomo, Petitto, Piva e Pomponi; i centrocampisti Censori, Cruciani, Bettega, De Angelis, Del Signore, Giordano, Rosamilla e Rebecchi; gli attaccanti Arcamone, Berra, Bettini e Laboragine. La punta Mateu invece, ex Lanciano, si è aggregato al gruppo in prova.
L'allenatore è ovviamente il confermatissimo Carlo Perrone.
Mentre squadra e tecnico rivolgono tutte le attenzioni al ritiro estivo appena iniziato, in società si pensa soprattutto alle procedure volte all'atteso cambio di denominazione sociale, da Pescina Valle del Giovenco ad Avezzano Valle del Giovenco. Risolta la grana denominazione potrà finalmente partire il vero e proprio mercato del club presieduto da Luca Mastroianni.
A giorni, l'accordo ormai è fatto, dovrebbero arrivare nella Marsica il difensore Artipoli ed il fantasista Quadri. Entrambi, in prestito, sono il primo tassello dell'effettiva collaborazione tra la Valle del Giovenco e la Lazio. Gemellaggio che ovviamente non esclude l'acquisizione di ulteriori giovani interessanti del vivaio laziale.
Sempre in ottica mercato, dopo la trattativa fallita col fantasista Sansone passato al Lanciano, potrebbero tornare il difensore Blanchard e la punta Prandelli dal Siena.
Non dovrebbero esserci infine problemi per l'aumento di capienza dello stadio Dei Marsi, come prevede il regolamento interno della prima divisione, che raggiungerà minimo quattromila posti a sedere.

CELANO. È partito ieri per il Celano all'insegna della continuità il ritiro estivo in vista del campionato 2009/2010 di seconda divisione. Alla guida della squadra, per il terzo anno consecutivo, è stato confermato Giacomo Modica.
La società del patron Piccone, che come al solito in sede di mercato ha operato con molta attenzione al bilancio, anche quest'anno ha in mente come obiettivo quello di condurre un campionato tranquillo volto soprattutto alla valorizzazione dei tanti giovani presenti in organico. Ai senatori Vurchio, Zaccardi, Morgante, Villa, Giunchi, Mignogna, Negro e Barbetti si sono aggiunti nelle ultime ore i neo-acquisti Zenga dal Casale, Giombetti dal Cynthia, Fruci dal Pescara, Bucolo dalla Reggiana, Tamburro dall'Acicatena, Sensi e Ruggiero dalla Val di Sangro.
Per il ritiro estivo sono partiti i portieri Vurchio, Giombetti e Goletti; i difensori Zaccardi, Sensi, Morgante, Fruci, Tamburro e Piscopo; i centrocampisti Giunchi, Barbetti, Cesaro, Bucolo, Ruggiero, Mignogna; gli attaccanti Villa, Negro, Palmiteri e Zenga.
I nuovi acquisti e tutti coloro che si aggregheranno al gruppo strada facendo avranno il delicato compito di non far rimpiangere elementi importanti del calibro di Dionisi, Zanon e Caccavallo, passati rispettivamente al Livorno, Pescara e Cosenza.
Visto e considerato che il tecnico Modica riproporrà lo stesso modulo delle ultime stagioni, il 4-3-3, la società in sede di mercato è ancora alla ricerca di una punta come alternativa al bravo Zenga. Quest'ultimo comunque, diciotto reti l'ultimo campionato tra i Dilettanti con la maglia del Casale, dovrebbe partire con i gradi di titolare al centro dell'attacco celanese.
I difensori Rossini e Perricone infine sono stati ceduti rispettivamente al Carpenedolo ed al Siracusa.

Andrea Sacchini 16/07/2009 8.52