Il rugby di Villa Sant’Angelo rinasce con l’aiuto degli abruzzesi di Londra

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1585

LONDRA. Raccogliere fondi utili per riprendere l'attività sportiva della squadra di rugby del Villa Sant'Angelo. Con questo obiettivo sabato scorso, 4 luglio, presso Villa Scalabrini, a Shenley, nella periferia nord di Londra, l'Associazione Abruzzo e Molise in Gran Bretagna ha organizzato una serata di beneficenza.
Il presidente Filippo Marfisi ha dichiarato che saranno destinati alla formazione di rugby che milita nel torneo di serie C.
Una scelta concordata con il sindaco del comune dell'Aquilano, duramente colpito dal terremoto del 6 aprile scorso. L'appello lanciato dal primo cittadino Pierluigi Biondi ha incontrato il pieno sostegno dei circa 250 soci, che fanno parte della colonia abruzzese e molisana in Londra.
Nel suo intervento il presidente Marfisi ha sottolineato «l'importanza di prodigarsi per la rinascita dei centri dell'aquilano e della stessa città de L'Aquila, che rischiano altrimenti lo spopolamento. Il sisma ha ferito duramente l'intero Abruzzo perché ha colpito il suo capoluogo con i suoi uffici: la sede del Consiglio regionale, la Corte d'Appello, l'Università, la Prefettura. Speranza di ricominciare come quella che hanno i ragazzi di Villa Sant'Angelo ai quali va tutto il nostro sostegno, partendo da questa serata».
Nel corso della serata è stata organizzata un'asta che ha avuto i suoi piatti forti con due proposte turistiche: una offerta dall'Amministrazione comunale di Lanciano che prevedeva il soggiorno per due persone, dal 13 al 16 settembre, in occasione del Settembre Lancianese; l'altra, per un week end per 2 persone, presso il Palace Hotel di Vasto Marina.
«Abbiamo pensato a questo tipo di premi per riportare turisti in Abruzzo – ha aggiunto il presidente Marfisi –. I collegamenti tra l'aeroporto di Pescara e Londra non debbono far venir meno la presenza di inglesi nella nostra regione».
I premi sono andati ad una coppia britannica (lui inglese, lei di origini italiane ma nata in UK e l'altra da due giovani, nati in Inghilterra, i cui genitori vengono dal Portogallo).

06/07/2009 15.37