Lega Pro. Per il Giulianova è il momento di pensare al mercato estivo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2018



GIULIANOVA. Concluso il campionato con la strepitosa promozione in prima divisione, in casa Giulianova impazza il mercato. Diversi sodalizi di categoria superiore hanno da diversi mesi adocchiato diversi elementi giovani che hanno disputato un ottima stagione in maglia giallorossa. Su tutti Umberto Improta, Croce, Pucello e Vinetot. Tutti e quattro di proprietà del Giulianova. In particolare sul difensore di colore sono piombate con forza due società inglesi, oltre alle italiane Reggina e Verona. Sabatini però chiede non meno di 400mila euro per la cessione di Vinetot. Una cifra importante che, se reinvestita, consentirebbe di condurre un mercato di alto valore.
Pucello invece, che pare aver richieste anche dalla serie B, sembra intenzionato a rimanere a Giulianova almeno un altro anno. Stesso discorso per D'Antoni, quest'anno in prestito secco dalla Juventus, che avrebbe a chiare lettere espresso la volontà di restare. Da questo punto di vista la Juventus, proprietaria del 100% del cartellino del giocatore, non dovrebbe porre particolari ostacoli all'operazione. Da definire la formula della cessione che potrebbe concretizzarsi nel prestito secco o meglio nella comproprietà. Per l'attacco, sempre dal club bianconero, è stata chiesta la disponibilità a cedere Bottone, classe 1988. La giovane punta nello scorso campionato, da gennaio, si è messa in mostra con la maglia della Pro Sesto segnando due reti in dodici gettoni di presenza.
Altro nodo da sciogliere è quello relativo al portiere. Mancini, in scadenza di contratto, malgrado le sue 39 primavere vorrebbe rimanere e la società a giorni potrebbe sottoporgli l'agognato rinnovo dell'accordo. Sarebbe una scelta saggia considerato tra i pali il suo elevato rendimento nell'ultimo torneo.
Nel frattempo il Giulianova, che ha vinto i play-off di seconda divisione, di diritto accede anche al primo turno della Coppa Italia. Il Fadini dunque, dipenderà dal sorteggio, potrebbe accogliere uno o addirittura più squadre di B o serie A.
Per quanto riguarda le vicende societarie, a meno di clamorose sorprese, Bruno Sabatini resterà al vertice del club giuliese. L'ex presidente Quartiglia, che in questo mese sembrava vicino ad entrare con una quota minoritaria in società, potrebbe “appoggiare” il sodalizio giallorosso con una sponsorizzazione. Sarebbe un passo importante per iniettare risorse finanziarie cospicue in un momento di grande crisi economica anche per i club calcistici di prima e seconda divisione.
News societarie a parte, il Giulianova non ha comunque trovato particolari difficoltà per l'iscrizione al prossimo campionato di prima divisione.

Andrea Sacchini 03/07/2009 9.41