Lega Pro. Valle del Giovenco e Celano pianificano il prossimo campionato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1761



VALLE DEL GIOVENCO. Prosegue in casa Valle del Giovenco la diatriba sul cambio di denominazione sociale.
Il club di Mastroianni negli ultimi giorni ha formalizzato l'iscrizione al prossimo torneo utilizzando la vecchia denominazione di Pescina Vdg.
L'obiettivo del club, con la finalità di trascinare maggior pubblico allo stadio in vista del prossimo difficilissimo campionato di prima divisione, è quello di chiamarsi entro giugno Avezzano Vdg.
Il cambio di denominazione sociale però, contrariamente alle regole della seconda divisione, in terza serie segue un iter diverso e per certi versi meglio favorevole. Nel caso della Valle del Giovenco sembra che disputare l'anno prossimo le gare interne allo stadio Dei Marsi di Avezzano comporti l'automatico cambio al nome di matricola.
Per giocare al Dei Marsi, però, sarà necessario svolgere dei lavori di adeguamento dell'impianto.
Le regole della Lega infatti prevedono la disputa delle gare in stadi con minimo 4mila posti a sedere.
Il Dei Marsi, dunque, necessita di piccoli lavori di miglioria.
Nei prossimi giorni in tal senso è previsto un incontro tra i vertici della Valle del Giovenco e l'amministrazione comunale. Non dovrebbero comunque esserci difficoltà nel trovare un accordo che aumenterebbe la capienza dello stadio avezzanese da 3.700 spettatori a 4mila minimo.
Per quanto riguarda il lato sportivo nei prossimi giorni ci saranno ulteriori incontri in società per pianificare il prossimo campionato.
Semplice salvezza o possibilità di agganciare i play-off, la sensazione è quella che gli obiettivi del club dipenderanno e molto dal successo o meno del cambio di denominazione sociale. Per adesso, dunque, sono ferme tutte le operazioni di mercato sia in entrata sia in uscita. L'unico quasi certo di restare è il tecnico Perrone.

CELANO. A circa un mese dalla chiusura di un campionato tranquillo senza particolari acuti, il Celano è al lavoro per pianificare la prossima stagione. L'obiettivo del club guidato da Ermanno Piccone è quello di condurre un torneo senza patemi, cercando magari di arrivare a ridosso della zona play-off. Per il terzo anno consecutivo in panchina, a meno di clamorose sorprese, verrà confermato Giacomo Modica. Insieme al tecnico il patron Piccone ha tutta l'intenzione di proseguire la collaborazione anche con il Ds Marco Gianniti, che fino ad ora ha svolto un buon lavoro a Celano. Quest'ultimo, in vista dell'apertura ufficiale del mercato questa settimana, è alla ricerca di elementi validi capaci di far fare un salto di qualità all'attuale rosa. La priorità del Celano, al momento, è quella di trovare una punta abile che possa adeguatamente rimpiazzare Dionisi. Il giocatore, ceduto in serie A al Livorno, difficilmente verrà girato in seconda divisione dalla società labronica.
In casa celanese l'obiettivo è quello di affiancare a Shiba, prelevato a gennaio dalla Cavese ed autore di un buon finale di stagione, un attaccante di esperienza. Per il resto il mercato del Celano sarà improntato sui giovani. L'unica eccezione, inoltre, potrebbe essere l'ingaggio dell'ex Saverio De Felice che ha giocato discretamente l'ultima stagione con la Scafatese. Il portiere, che a febbraio ha compiuto 36 anni, sarebbe ben felice di approdare nuovamente in Abruzzo.
Per quanto riguarda le cessioni, Gianniti cercherà a tutti i costi di trattenere Caccavallo. Il centrocampista, di proprietà del Lecce in prestito a Celano, è stato uno dei migliori da gennaio a giugno. A giorni, invece, potrebbe esserci un incontro con il Pescara per discutere della posizione di Barbetti. Il talento prodotto del vivaio celanese approderebbe in riva all'Adriatico in cambio di un paio di elementi interessanti proprio della primavera pescarese.
Nessuna brutta sorpresa infine, come previsto, per l'iscrizione del Celano al prossimo campionato di seconda divisione.

Andrea Sacchini 02/07/2009 9.39