2°Div/C. Play-off, Vdg-Catanzaro è soltanto 0-0

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2020






AVEZZANO. Occasione sprecata per la Valle del Giovenco che non va oltre lo 0-0 casalingo con il Catanzaro nell'andata della semifinale play-off. Risultato tutto sommato giusto anche se i padroni di casa hanno deluso per volume di gioco ed azioni da gol create.

Gara dai due volti. Meglio il Catanzaro nel primo tempo con una Valle del Giovenco troppo contratta e nervosa per l'importanza della posta in palio. Ripresa di tutt'altro tenore con gli abruzzesi più volte ad un passo dal punto dell'uno a zero.

Grande rammarico per i padroni di casa che hanno letteralmente regalato un tempo al Catanzaro, apparsa compagine tutt'altro che trascendentale sotto il profilo tecnico.

Il pareggio soddisfa gli ospiti, che in virtù del miglior piazzamento ottenuto nella stagione regolare avranno a disposizione al ritorno due risultati su tre. Non è ancora finita però per la Valle del Giovenco, che più volte quest'anno ha dimostrato di essere letale in trasferta molto più che in casa. Al Ceravolo, fatto non da sottovalutare, potrebbero essere i giallorossi a dover condurre il pallino del gioco. In tal caso le veloci punte biancoverdi troverebbero terreno fertile nei rapidi capovolgimenti di fronte e nelle azioni di ripartenza.
Nell'altra semifinale play-off è terminato 0-0 il match tra Andria e Gela, meglio piazzato nella stagione regolare da poco conclusa.


LA PARTITA

Gli schieramenti. Nella Valle del Giovenco il tecnico Perrone sceglie il 4-4-2 classico. Dall'inizio spazio a Bifulco tra i pali. Difesa a quattro con Blanchard, Petitto, Locatelli e Piva. A centrocampo Giordano e De Angelis diga centrale con Laboragine e Cruciani a presidiare le corsie esterne. In avanti fiducia al tandem Arcamone-Bettini.
Nel Catanzaro mister Provenza si affida dal primo minuto al seguente undici titolare: Mancinelli, Francesco Montella, Gimmelli, Ciano, Corapi, De Maio, Berardi, Torni, Zaminga, Iannelli ed Antonio Montella. Dirige l'incontro Baratta di Salerno davanti a circa 1.800 spettatori.
Avvio di chiara marca calabrese. Nel primo quarto d'ora a rendersi pericoloso è soltanto il Catanzaro in almeno tre occasioni. Al quarto Tomi riceve palla appena fuori area ma sparacchia alto. Cinque minuti dopo Iannelli trova il corpo di De Angelis che sventa il pericolo mentre al 13esimo gran botta dalla distanza di Montella con sfera di pochissimo sul fondo.
Si scuote la Valle del Giovenco. Arcamone costruisce dal nulla un'azione pericolosa, si libera dell'attacco di un paio di avversari ma in piena area al momento del dunque manda la sfera a lato.
La ripresa. Nel secondo tempo si assiste a tutt'altra partita con la Valle del Giovenco finalmente protesa in avanti alla ricerca del punto dell'uno a zero. Al decimo bello slalom di Bettini e conclusione in porta ma è decisivo l'intervento alla disperata di Gimmelli. A cavallo del 20esimo la più ghiotta occasione della partita per i biancoverdi. Traversone preciso dalla destra di Cruciani per Laboragine che, in piena area, cincischia e manda clamorosamente fuori praticamente a tu per tu con Mancinelli.
Finale confuso. Al primo minuto di recupero sugli sviluppi di un corner dalla sinistra svetta di testa Blanchard, che manda alto. Al 50esimo ed al 51esimo è però il Catanzaro a sfiorare il colpaccio con Berardi e Montella. Sulla prima conclusione è bravissimo Bifulco mentre sulla seconda è il palo esterno a salvare gli abruzzesi.
Con questo pareggio la Valle del Giovenco al ritorno dovrà per forza vincere, con qualunque risultato, per assicurarsi il passaggio alla finale play-off per il passaggio in prima divisione.


ANDATA DEGLI SPAREGGI SECONDA DIVISIONE GIRONE C

Andria-Gela 0-0

Valle del Giovenco-Catanzaro 0-0

Isola Liri-Manfredonia 0-3

Vibonese-Val di Sangro 1-0


Andrea Sacchini 01/06/2009 10.50