Il Pescara è pronto all'ultima decisiva partita a Cava de' Tirreni

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1739


PESCARA. È tutto pronto in casa Pescara per l'ultima decisiva trasferta sul campo della Cavese. Sono previste novità rispetto l'undici base che ha brillato e vinto domenica scorsa al Fadini contro la Pistoiese. Mancherà infatti per squalifica Romito che verrà rimpiazzato da Sembroni. Un'assenza pesante visto che il centrale ex Salernitana e Napoli da almeno un paio di settimane aveva raggiunto una buona condizione fisica. Out anche Siniscalchi alle prese con una microfrattura alla mano.
Altra novità potrebbe essere il rientro in squadra dal primo minuto di Felci, che potrebbe addirittura essere schierato in luogo di Simon per un Pescara più coperto ad una sola punta. In questo caso Bazzani sarebbe l'unico terminale offensivo in un modulo che comunque prevederebbe un centrocampo a tre nel mezzo. Da questo punto di vista è chiaro l'intento di Cuccureddu di contenere nel primo tempo la Cavese per poi magari colpire di rimessa nella seconda frazione di gioco. Una sorta di "albero di Natale" che consentirebbe maggiore libertà offensiva per gli esterni Felci e soprattutto Zeytulaev. Questo senza sottovalutare il fatto che il 4-3-2-1 in corso d'opera è uno dei moduli meglio flessibili a seconda delle caratteristiche della partita.
Per il resto della formazione Cuccureddu ha pochi dubbi. Prisco in porta preferito ad Indiveri. Linea di difesa a quattro con Pomante-Sembroni centrali, Vitale a sinistra e Diliso sull'out di destra. A centrocampo Coletti davanti la difesa con Camorani ed uno tra Ferraresi o Perrulli mezzali. In avanti, come detto, Felci e Zeytulaev potrebbero supportare l'unico terminale offensivo Bazzani.
L'appuntamento per Cavese-Pescara è per domenica allo stadio Lamberti con fischio di inizio fissato per le ore 15.00.

I DUE TECNICI, CUCCUREDDU E CAMPLONE

Cuccureddu, giunto si spera all'ultima partita della stagione, ha comunque rimpianti per l'andamento della stagione: «peccato essere arrivati alla fine della stagione. Se fossi arrivato prima probabilmente ci saremmo divertiti di più. Per domenica sono fiducioso. Con la Pistoiese ho visto la squadra secondo il mio modo di vedere il calcio. A Cava dobbiamo giocare la nostra partita senza pensare a notizie provenienti dagli altri campi. Dobbiamo stare attenti perché la Cavese ha diversi elementi di qualità per la categoria».
L'undici campano è allenato da Andrea Camplone, ex giocatore ed allenatore del Pescara per un mese nella turbolenta estate di due stagioni fa: «è la domenica più difficile per me. Purtroppo è una sfida senza appello. Sia noi sia il Pescara dobbiamo vincere a tutti i costi. A inizio campionato non mi sarei mai aspettato di trovare i biancazzurri in lotta per la salvezza. I problemi per la mancanza di stadio e soprattutto per diversi mesi della società sono però stati decisivi a riguardo».
Per Cava de' Tirreni, intanto, i Rangers fanno sapere che sono andati esauriti i cinque pullman a disposizione. Ne verranno affittati degli altri quindi coloro interessati potranno rivolgersi alla sede sita in via Pepe. I tagliandi di ingresso al settore ospiti del Lamberti, invece, possono essere acquistati negli abituali punti vendita al costo unitario di dieci euro.

IL PESCARA EVITA I PLAY-OUT SE...

Il Pescara è salvo in ogni caso se ottiene un successo a Cava de' Tirreni. Evita i play-out anche nell'eventualità di stesso risultato da parte del Taranto, considerato che i biancazzurri a pari punti sono avanti negli scontri diretti. Pescara fuori dagli spareggi salvezza anche se arriva a pari punti con la Paganese o il Perugia. In caso di un numero maggiore di due squadre appaiate si ricorrerà alla classifica avulsa tra le compagini coinvolte. Potenza, Juve Stabia, Pistoiese e Foligno sono già sicure dei play-out. Resta da stabilire, tra ben sei coinvolte, l'ultima squadra che sarà costretta agli spareggi. Focalizzando l'attenzione sul calendario il Pescara è la formazione, sulla carta, ad avere l'impegno più ostico. Il Taranto farà visita ad un demotivato Sorrento mentre Perugia-Lanciano nello scontro diretto potrebbero accontentarsi di un pari. Impegno ostico anche per la Paganese di scena a Castellammare di Stabia. La Ternana, virtualmente fuori dalla zona pericolo, è ospite dell'Arezzo.

Andrea Sacchini 15/05/2009 11.28