Incredibile rimonta del Celano con il Prato. Da 0-4 a 4-4 in mezz'ora

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2089


2°DIV/B. CELANO. Partita incredibile al Piccone di Celano dove i padroni di casa, sotto di quattro reti, pareggiano 4-4 con il Prato ed ottengono un punto importante in chiave salvezza. Risultato di rilievo ottenuto tra l'altro contro una compagine, fino a ieri, seconda forza del raggruppamento.
A due giornate dal termine del torneo regolare gli uomini di Modica conservano quattro lunghezze di vantaggio dalla quintultima piazza. Un margine importante che consentirà ai celanesi di affrontare con maggiore tranquillità la trasferta di domenica prossima sul campo del San Marino, quartultima e diretta concorrente per la salvezza.
Gara spettacolare e di grande intensità al di là delle otto reti segnate, con tante azioni da gol, capovolgimenti di fronte e continui colpi di scena. Un match che, fermo restando la parziale delusione dei celanesi per non aver fatto propria l'intera posta in palio, a bocce ferme senza dubbio è valso il prezzo del biglietto.
Partita difficile da analizzare nella quale si è visto un Celano dai due volti. Inguardabile nella prima frazione di gioco e travolgente nell'ultima mezz'ora del secondo tempo con addirittura quattro gol segnati. Un epilogo incredibile in novanta minuti che, in sostanza, hanno messo in vetrina il meglio ed il peggio del team celanese formato 2008/2009.
Errori difensivi imperdonabili a livello sia tecnico sia di concentrazione poi grande carattere e reazione da manuale dopo il pesantissimo svantaggio maturato in avvio.
Errori di entrambe le compagini a parte Celano-Prato di diritto entra nella storia del club abruzzese. Grinta da vendere per un Celano mai domo nonostante il gravissimo handicap che avrebbe fiaccato il morale di chiunque. Chiunque appunto escluso la squadra di Modica.

LA PARTITA

Le formazioni. Nel Celano mister Modica conferma le indiscrezioni della vigilia e si affida al collaudato 4-3-3. Indisponibili Cesaro, De Maiò e Zaccardi. Vurchio tra i pali. Linea difensiva a quattro con Morgante, Barbetti, Zanon e Rossini. Trio di centrocampo formato da Fanelli, Giunchi e Caccavallo. In attacco spazio al tridente veloce Villa-Negro-Dionisi.
Tra le fila del Prato il tecnico Orrico sceglie dal primo minuto il seguente undici: Grilli, De Agostini, Padella, Panizzolo, Acciai, Lamma, Fogaroli, Checchi, Vieri, Ouchene e Silva Reis. Arbitro della contesa è Donati della sezione di Ravenna. Sugli spalti circa seicento spettatori.
Buon avvio Celano. Prima parte di partita a chiaro appannaggio dei celanesi, più propositivi e vicini al vantaggio in un paio di occasioni. Prima con Dionisi a tu per tu con l'estremo difensore ospite reattivo nel chiudere lo specchio della porta in uscita. Poi Caccavallo dalla lunghissima distanza trova ancora una volta Grilli attentissimo tra i pali.
Vantaggio del Prato. Al minuto 27 i toscani passano in vantaggio. Morgante dal limite dell'area pasticcia palla al piede e consegna la sfera a Silva Reis che con precisione supera Vurchio in uscita.
Il Prato dilaga. Tra il 37esimo e il 45esimo i toscani triplicano le proprie marcature. Sul 2-0 Panizzolo è il più lesto a ribadire in rete da due passi una punizione inizialmente respinta dalla barriera. Il terzo gol è frutto di un calcio di rigore trasformato da Ouchene.
Celano in ginocchio. Nella ripresa nel tentativo di raddrizzare il match Modica getta nella mischia Shiba in luogo di Barbetti. Ma almeno inizialmente non muta l'inerzia del match ed il Prato serve il poker al 51esimo. Autore del gol De Agostini direttamente su calcio di punizione da fuori area.
Il punto della speranza. Al 58esimo il Celano sigla la rete dell'uno a quattro con Negro abile di testa ad indirizzare la sfera in rete sugli sviluppi di un corner dalla destra.
Il Celano ci crede. Passano soltanto quattro minuti ed i biancazzurri raddoppiano con un assolo di Caccavallo che semina scompiglio e trafigge Grilli in uscita. Alla mezz'ora della ripresa il punto del tre a quattro. Grandissimo destro appena fuori l'area di rigore di Negro con palla che si infila nel sette.
La rimonta è completa. Dopo diversi assalti disperati a pochi secondi dal triplice fischio arriva il meritato pareggio. Traversone di Caccavallo dalla sinistra per la testa di Shiba che insacca.
Il pareggio incredibile ottenuto con grinta e carattere non può far altro che caricare positivamente l'ambiente in vista della prossima trasferta a San Marino. Un punto importante in chiave salvezza e soprattutto per il morale. Domenica 17 maggio ultimo impegno per il Celano che al Piccone ospiterà la Colligiana, ennesima diretta concorrente per la salvezza diretta

SECONDA DIVISIONE GIRONE B. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Bassano V.-Cuoiopelli CR 2-0
Bellaria-Gubbio 0-0
Carrarese-Colligiana 1-0
Celano-Prato 4-4
Cisco Roma-Giacomense 0-2
Figline-Rovigo 1-1
Giulianova-Sangiovannese 1-0
Poggibonsi-San Marino 1-1
Sangiustese-Viareggio 1-1

Classifica: Figline 61; Giulianova 55; Prato 54; Viareggio 54; Bassano V. 49; Cisco Roma 47; Carrarese 42; Giacomense 42; Sangiustese 42; Gubbio 40; Celano 39; Sangiovannese 37; Colligiana 36; Poggibonsi 35; Cuoiopelli CR 34; San Marino 33; Bellaria 31; Rovigo 27.

Prossimo turno: Colligiana-Figline; Cuoiopelli CR-Carrarese; Giacomense-Bellaria; Gubbio-Sangiustese; Prato-Cisco Roma; Rovigo-Poggibonsi; San Marino-Celano; Sangiovannese-Bassano V.; Viareggio-Giulianova.
Andrea Sacchini 04/05/2009 9.04