Oggi il Pescara con l'Arezzo per riscattare la brutta prova di Castellammare

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1421



PESCARA. Dopo l'inattesa sconfitta di domenica a Castellammare di Stabia il Pescara torna in campo oggi all'Aragona di Vasto contro l'Arezzo. La partita, per logiche di classifica, è di importanza capitale per entrambe le squadre. Il Pescara cerca punti salvezza fondamentali in attesa della possibile penalizzazione di due punti relativa al caso Cappai (domani discussione dinanzi la Commissione Disciplinare, ndr). L'Arezzo dal canto suo è alla disperata ricerca di un buon risultato per lanciarsi in zona play-off e lasciarsi alle spalle il Foggia, attualmente quinto a pari merito proprio con i toscani.
Gli aretini, che domenica hanno pareggiato a reti bianche in casa col Perugia, lontano dalle mura amiche hanno avuto un rendimento altalenante con quattro successi, cinque pareggi ed altrettante sconfitte.
La partita, fischio di inizio ore 15.00, è il recupero del match non disputato lo scorso dodici aprile a causa dei noti fatti legati al terremoto.
Dopo il rovescio subito con la Juve Stabia la parola d'obbligo in casa Pescara è ripartire, cancellando la brutta prestazione di domenica. Prova senza dubbio priva di nerbo e carattere, come a fine match ha sottolineato lo stesso Cuccureddu: «forse la sosta ci ha danneggiato. Ad ogni modo bisogna evitare certi errori».
«La concentrazione» – prosegue il tecnico biancazzurro – «è importantissima in questa fase del campionato. Se vogliamo salvarci non possiamo avere questi cali. Con la Juve Stabia ho visto la squadra poco determinata. Nel mio carattere non posso ammettere una prova così imbarazzante».

LA PROBABILE FORMAZIONE

Quasi certamente dovrebbero esserci novità significative rispetto l'undici base sconfitto a Castellammare di Stabia. Con il recupero di Bazzani e Zeytulaev, Cuccureddu dovrebbe tornare allo schieramento a due punte. Scontato anche il ritorno dal primo minuto di Romito al centro della difesa, vista l'esclusione di Siniscalchi dalla lista convocati causa infortunio.
Per il resto Indiveri in porta. Linea difensiva a quattro con Pomante e Romito centrali, Diliso a destra e Vitale sull'out di sinistra. A centrocampo Coletti e Ferraresi nel mezzo con Felci ed uno tra Zeytulaev e Camorani a presidiare le corsie esterne. In avanti tutto dipenderà dalle condizioni di Bazzani. Se in condizione l'ex attaccante di Brescia e Sampdoria farà coppia in avanti con Laens, l'unica nota positiva dell'amara trasferta di domenica in terra campana. Qualora Bazzani non riuscisse a recuperare verrebbe rimpiazzato da Bazzani, con Camorani sicuro del posto da esterno di centrocampo. Solo panchina per Perrulli, Giordano e per il rientrante Pisciotta.
Dirigerà l'incontro Filippo Meli della sezione di Parma. Guardalinee Di Lascio e Santangelo.
Cuccureddu nella giornata di ieri ad ogni modo ha già diramato la lista dei convocati. Si tratta dei portieri Indiveri e Prisco. I difensori Vitale, Pomante, Romito, Prizio, Diliso e Sembroni. I centrocampisti Iandoli, Camorani, Ferraresi, Giordano, Coletti, Felci, Scappaticci, Zeytulaev, Stella, Pisciotta e Perrulli. Le punte Inglese, Bazzani e Laens. Indisponibili per infortunio Simon, De Sousa, Verratti e Siniscalchi.
Nell'Arezzo spazio dal primo minuto agli ex della contesa Croce, Fanucci, Terra e Chianese.
L'intero incasso del match di oggi verrà interamente devoluto alle popolazioni coinvolte nel sisma.

Andrea Sacchini 22/04/2009 8.43