Domenica Juve Stabia-Pescara. Perrulli: «cerchiamo punti»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2002


PESCARA. Il Pescara in una situazione di profonda emergenza per quanto riguarda il reparto offensivo si prepara alla trasferta di domani a Castellammare di Stabia.
Mancheranno per infortuni e squalifiche Bazzani, Simon, Zeytulaev, Verratti e Pisciotta.
Le assenze soprattutto dei primi quattro costringeranno Cuccureddu con ogni probabilità a varare un più prudente 4-4-1-1 con Perrulli alle spalle dell'unica punta Laens. Non è escluso però il passaggio all'inedito 4-3-3 di partenza.
L'impegno al di là degli indisponibili, gettando un occhio alla classifica, è di difficoltà elevata considerando la Juve Stabia in piena lotta per evitare l'ultimo posto in graduatoria generale.
I gialloneri sono reduci da due buone prestazioni con Sorrento e Real Marcianise, anche se quest'ultima condita con una immeritata sconfitta. In settimana, probabilmente per problemi societari, hanno rescisso il contratto Geraldi, Radi e soprattutto Biancolino. L'attaccante in particolare era ritenuto il fiore all'occhiello di una campagna trasferimenti estiva decisamente sopravvalutata a giudicare dai risultati fin qui ottenuti dalle vespe stabiesi. La squadra in settimana ha dimostrato di essere in salute e per il Pescara l'impegno è tutt'altro da sottovalutare.
Tra le mura amiche del Menti la Juve Stabia ha conseguito risultati altalenanti con quattro successi, cinque pareggi ed altrettante sconfitte. Il Pescara dal canto suo non ha ancora vinto quest'anno in trasferta, l'unica di tutto il raggruppamento, ragion per cui ci si attende molto dai ragazzi di Cuccureddu.
Un eventuale pareggio ad ogni modo verrebbe comunque accolto positivamente in riva all'Adriatico vista la prospettiva di affrontare mercoledì e domenica Arezzo e Sorrento entrambe in casa. Con il Sorrento il match si disputerà allo stadio Fadini di Giulianova, come l'incontro del 10 maggio con la Pistoiese.

GIAMPIETRO PERRULLI: «DA QUI ALLA FINE TUTTE PARTITE IMPORTANTI»

«Per noi da qui alla fine saranno tutte partite importanti». Parola di Perrulli, uno degli elementi maggiormente utilizzati dopo il suo arrivo a gennaio in maglia biancazzurra: «dobbiamo andare a Castellammare convinti di fare risultato perché sarebbero punti salvezza fondamentali per il proseguo del torneo».
Viste anche le indisponibilità in avanti di diversi giocatori quasi certamente Perrulli partirà dal primo minuto: «non sono io a decidere ma l'allenatore. Io ovviamente sono a disposizione del mister e della squadra. Ho sempre messo in campo il massimo impegno. L'ultima parola è comunque del tecnico».
L'arrivo di Cuccureddu ha sancito indubbiamente una positiva rottura di continuità rispetto la precedente gestione Galderisi: «sì il nuovo allenatore ha contribuito a dare maggiore serenità all'interno del gruppo. Nel calcio sono però importantissimi i risultati. Quando arrivano tutto è più facile».

PROBABILE FORMAZIONE E NOTIZIARIO

Cuccureddu con ogni probabilità dovrebbe affidarsi almeno in partenza al 4-4-1-1. Indiveri tra i pali. Linea difensiva a quattro formata da Pomante e Siniscalchi centrali con Vitale e Diliso terzini. A centrocampo Coletti e Ferraresi nel mezzo con Felci e Camorani ad agire sugli esterni. In avanti Perrulli trequartista a supporto dell'unico terminale offensivo Laens. Non è comunque escluso l'impiego dal primo minuto di Inglese o Testardi come torre offensiva.
Juve Stabia-Pescara, fischio di inizio ore 15.00 allo stadio Menti di Castellammare di Stabia, verrà diretta da Luigi Nasca di Bari. Guardalinee Sirchia e Amoretti.
Saranno in vendita fino alle 13 di oggi intanto i tagliandi di settore ospiti dello stadio Menti.
Sempre per quanto riguarda i biglietti sono in vendita da ieri i tagliandi per la gara di mercoledì ore 15.00 all'Aragona di Vasto con l'Arezzo. L'intero incasso, lo ricordiamo, verrà devoluto alle popolazioni aquilane coinvolte nel sisma. I tagliandi potranno essere acquistati solo dai residenti nella regione Abruzzo e la trasferta è vietata ai sostenitori aretini.
Andrea Sacchini 18/04/2009 10.28