Basket, la Banca Tercas riparte da Avellino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1519






TERAMO. Dopo la settimana di sosta (gara interna contro la Virtus Bologna rinviata al prossimo 30 aprile in seguito al tragico terremoto che ha colpito l'Abruzzo), torna in campo la Banca Tercas Teramo di coach Andrea Capobianco.
In programma per Lulli e compagni la trasferta sul difficile campo dall'Air Avellino, gara valida per la ventisettesima giornata di campionato, dodicesima del girone di ritorno. Palla a due prevista per sabato sera alle ore 21:00, con diretta sugli schermi di Sky Sport 2.
Gli atleti delle due squadre indosseranno, al momento della presentazione, una speciale maglietta che recherà l'invito al pubblico ad inviare un SMS al numero 48580 per donare 1 Euro alle popolazioni colpite dal grave sisma.

AIR AVELLINO


La squadra di Zare Markowski attraversa un ottimo momento di forma, avendo vinto le ultime tre gare disputate, l'ultima delle quali in trasferta sul parquet della Snaidero Udine. Attualmente gli irpini dividono con l'Angelico Biella l'ottavo posto in classifica, utile per l'accesso ai playoff, ma devono recuperare la gara di Siena, rinviata qualche settimana fa per l'impegno dei toscani nei playoff d'Eurolega.
Terzo confronto stagionale fra i padroni di casa ed i biancorossi. Nei due precedenti una vittoria per parte, con blitz al PalaScapriano dell'Air a fine dicembre, e vittoria della Tercas a febbraio nei quarti di finale di Coppa Italia alla Final Eight di Bologna.
La squadra del Presidente Ercolino punterà ancora una volta sulle prestazioni di elementi come le due guardie americane Chris Warren (15.5 punti in stagione col 39% da tre e 4.8 rimbalzi catturati) e Drake Diener (17 punti e 5/6 da tre nella trasferta in terra friulana). In regia la classe ed esperienza dell'ex NBA Travis Best, alternata alla sostanza dell'italo-argentino Antonio Porta. Sul perimetro anche la pericolosità e l'ottima vena dell'italiano, e nazionale azzurro, Daniele Cinciarini, autore di 14 punti col 66% da tre ad Udine. Sotto i tabelloni ci sarà da fare i conti con i centimetri dell'altro azzurro Andrea Cosariol, la potenza dell'americano Eric Williams e la pericolosità dello sloveno Marco Tusek. Dalla panchina usciranno l'esperienza ed i punti di Nikola Radulovic, e l'apporto di Peter Lisicky. Nel roster anche l'ala americana Tamar Slay, quinto extracomunitario e poco utilizzato in campionato.

BANCA TERCAS TERAMO

I biancorossi tornano in campo a distanza di due settimane dalla trasferta milanese del Palalido. Andrea Capobianco ed il suo staff, pur nella difficoltà e nella forte commozione che i tragici eventi del terremoto hanno comportato, sono riusciti comunque a trovare concentrazione e motivazioni giuste per lavorare bene e preparare la sfida di Avellino.
«La partita contro l'Air – sono le parole del coach biancorosso – non è sicuramente facile da decifrare. Quello che è accaduto è qualcosa che difficilmente può essere dimenticato. Andiamo ad Avellino dopo due settimane particolari ma con tanta voglia di far bene. Ci attende una partita durissima contro una squadra che sta dimostrando tutto il proprio valore, in cui ogni giocatore può risolvere diverse situazioni, e le loro ultime gare lo dimostrano. Noi veniamo da un periodo in cui, nonostante le grandissime difficoltà, la squadra ha dimostrato grande umanità e serietà. Gli allenamenti ad Alba Adriatica sono andati avanti nel modo migliore, ed in questo momento sono molto curioso di vedere la reazione dopo non aver disputato impegni ufficiali nell'ultima settimana».
«Negli ultimi giorni – conclude Capobianco - abbiamo recuperato gli acciacchi patiti da qualche giocatore la settimana precedente. Sappiamo di dover lottare su ogni pallone e dovremo fare molta attenzione al ritmo della partita».
I biancorossi partiranno alla volta del capoluogo irpino venerdì pomeriggio.