L’Aquila Calcio chiede la promozione d'ufficio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2440

L'AQUILA. L'Aquila calcio ha chiesto al comitato regionale abruzzese della Federazione italiana gioco calcio la possibilità di non continuare a disputare la stagione in corso a causa delle enormi difficoltà logistiche che i giocatori e lo staff tecnico stanno avendo per allenarsi a causa del sisma e la promozione d'ufficio.
Al termine del campionato mancano solo due giornate e la squadra del capoluogo, che milita in Eccellenza, è attualmente prima in lizza quindi per la promozione in categoria superiore. I dirigenti chiedono dunque una promozione d'ufficio considerato anche che la prossima partita di campionato in programma domenica sarebbe da disputarsi nello stadio comunale di Sulmona, una zona anche questa interessata dal terremoto. «Vorrei sapere - ha commentato al tal proposito il medico sociale dell'Aquila Calcio Francesco Bizzarri - chi in questo momento si può prendere la responsabilità di far giocare una partita aperta al pubblico in un momento in cui un'ulteriore scossa potrebbe pregiudicare la tenuta delle tribune dell' impianto di Sulmona».
I giocatori si dicono comunque intenzionati a rispettare qualunque decisione presa dal Comitato regionale e sono eventualmente disposti a scendere in campo anche per dare un segno simbolico di ripresa nei confronti di tutti i cittadini aquilani. Proteste infine da parte di alcuni dirigenti della società aquilana i quali si sono visti costretti a pagare il casello nella tratta Pineto Villanova che si trovano a percorrere per raggiungere i propri familiari.
16/04/2009 14.45