2°Div/B. Un Giulianova solido supera 1-0 il Gubbio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1578



GIULIANOVA. Un Giulianova pratico e cinico doma 1-0 al Fadini il Gubbio e prosegue la concreta rincorsa verso un piazzamento play-off. Ad otto giornate dal termine il vantaggio sulla sesta è salito a cinque punti. Un distacco non certo immenso ma che lascia guardare con grande ottimismo al futuro.
Confermata ancora una volta la solidità dell'undici di Bitetto che tra le mura amiche ha subito soltanto dieci reti.
Ai punti il Gubbio avrebbe forse meritato miglior sorte ma il Giulianova è stato abile a capitalizzare al massimo l'unica vera disattenzione della retroguardia eugubina. Il gioco degli abruzzesi per lunga parte della gara è stato tutt'altro che spumeggiante, ma nel calcio si sa a contare sono i gol.
Il Giulianova ha saputo sfruttare gli episodi favorevoli ed ha saputo difendere con le unghie e con i denti un risultato importantissimo in chiave classifica.
Tutto sommato gara dai due volti. Parentesi del gol a parte meglio il Gubbio nella prima frazione di gioco, decisamente più positivo il Giulianova nella ripresa.

LA PARTITA

Le formazioni. Nel Giulianova Bitetto conferma il collaudato 4-3-3. Mancini tra i pali. Linea difensiva a quattro composta da Vinetot, Garaffoni, Ogliari e Sosi. Centrocampo a tre con Pucello, Croce e D'Aniello. In avanti largo al tridente Lisi-Improta-D'Antoni.
Nel Gubbio mister Tumiatti opta per uno speculare 4-3-3. Dal primo minuto Manfredini, Fiumana, Anania, Briganti, Farina, Gaggiotti, Zacchei, Iacoponi, Caleri, Corallo e Martinetti.
Arbitro dell'incontro è Cervellera di Taranto.

Giulianova timido. Partenza difficile per i giuliesi, troppo contratti e costretti alla difensiva dall'inaspettata aggressività della formazione eugubina. Al decimo Corallo dalla distanza non inquadra di poco lo specchio della porta. Passano due minuti e nuovamente Corallo è pericoloso da fuori area. Questa volta è Mancini a salvare il risultato.

Finalmente il Giulianova. Al 25esimo la prima occasione degna di nota dei padroni di casa. Lisi smarcato nel cuore dell'area di rigore arriva con un attimo di ritardo all'invitante cross dalla destra di un compagno. Al 40esimo la rete del vantaggio giallorosso. Traversone preciso di Croce dalla sinistra per l'inserimento centrale di D'Antoni che da due passi insacca. Il Gubbio accusa il colpo e pochi minuti prima del riposo va vicino al doppio svantaggio divorato sempre da D'Antoni.

Sussulto Gubbio. La ripresa comincia con qualche variazione di formazione per il Gubbio. Primi venti minuti senza particolari occasioni da rete eccezion fatta qualche velleitaria conclusione dalla lunga distanza da parte di entrambe le formazioni. Al 25esimo grande occasione per gli eugubini. Diagonale di Iacoponi da posizione decentrata con Mancini bravissimo a mano aperta a rifugiarsi in angolo.

Contropiede Giulianova. Con il Gubbio proteso in avanti alla ricerca del pari si aprono spazi importanti per il contropiede degli abruzzesi. Dopo una conclusione di D'Antoni contrata in angolo l 37esimo Improta chiama agli straordinari Manfredini.

Ultima occasione Gubbio. Al 40esimo l'ultima grandissima opportunità per gli ospiti. Sugli sviluppi di un corner colpo di testa di Agostinelli diretto in porta e salvato addirittura dallo sfortunato intervento di un compagno di squadra.

SECONDA DIVISIONE GIRONE B. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Bassano-Rovigo 1-1
Bellaria-Cisco Roma 0-2
Colligiana-Viareggio 1-2
Cuoiopelli-Celano 1-0
Figline-Poggibonsi 1-0
Giacomense-Sangiovannese 1-0
Giulianova-Gubbio 1-0
Prato-San Marino 1-0
Sangiustese-Carrarese 0-0

Classifica: Figline 57 punti; Prato e Viareggio 46; Giulianova 43; Cisco Roma 42; Gubbio e Bassano 38; Sangiustese 35; Celano 34; Sangiovannese 33; Poggibonsi e Carrarese 32; Giacomense 31; Cuoiopelli 30; Colligiana e Bellaria 29; San Marino 27; Rovigo 19. Cisco Roma penalizzata di 1 punto.

Prossimo turno: Bellaria-Prato, Carrarese-Sangiovannese, Celano-Giulianova, Cisco Roma-Colligiana, Figline-Giacomense, Gubbio-Bassano, Poggibonsi-Sangiustese, Rovigo-San Marino, Viareggio-Cuoiopelli.

Andrea Sacchini 30/03/2009 8.58