Basket. Seven 2007 inciampa incasa contro Rimini: 67-79

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1569




ROSETO. Non basta il cuore alla Seven 2007, non è sufficiente nemmeno se abbinato allo straordinario calore del pubblico.
Contro Rimini i biancazzurri cadono di schianto nel secondo quarto, dopo aver illuso il Pala Maggetti di poter centrare l'impresa con una condotta di gara aggressiva, fatta di generosità e di discreta intensità. Roseto paga l'involuzione dei suoi tiratori: si passa dal 48% di metà partita ad un misero 36% a fine match. La Coopsette dal canto suo non incanta, ma seguendo il suo ritmo, mette fieno in cascina e conquista due punti che li proiettano in piena zona play-off, trovando anche qualche episodio favorevole nel corso dell'incontro.
La sconfitta per la Seven 2007 complica maledettamente le cose per la salvezza e solo una serie di imprese adesso potrà evitare ai biancazzurri la retrocessione nelle prossime quattro giornate. Holland, dopo un 7/10 al tiro nei primi venti minuti, chiude con 7/18.
Non basta al Roseto lo straordinario apporto di Monti, letteralmente indiavolato sotto i tabelloni, né tantomeno quello di un Ruini riscopertosi implacabile al tiro. Rimini, malgrado una difficile situazione falli, gestisce il margine e alla fine festeggia i due punti.

Quintetti iniziali. Bianchi sceglie Fulvio in regia, Ruini guardia, Holland ala piccola, Ringstrom ala forte e Lloreda centro. Dall'altra parte Sacco risponde con Scarone, Goss e McCray a formare il reparto degli esterni e Rinaldi e Kesicki sotto i tabelloni.

Nel primo quarto Lloreda ottiene subito il primo punto su tiro libero ma Scarone replica immediatamente con una bomba da quasi 8 metri. Dopo i liberi di Kesicki e qualche errore dall'arco è capitan Ruini a infilare la tripla del 4-5. I biancazzurri sono imprecisi in attacco e stentano a far punti. Rimini ne approfitta con Scarone, implacabile da 3, per il 4-10. Gli ospiti allungano ancora, poi Ruini ruba palla e va a depositare l'8-12, prima della bomba di Holland che riporta il punteggio verso l'equilibrio, 11-12. Nuova accelerazione ospite con Kesicki, score che diventa 11-15 e Bianchi è costretto a chiamare la sospensione. Holland e Ruini riportano sotto la Seven 2007, che con un libero di Lloreda sale sino al 17-19. Lloreda fa 0/2 dalla lunetta, poi Holland da 2, fa il 19-20 quindi Scarone in penetrazione ottiene il 19-22 che segna la fine del periodo.
Nel secondo quarto dopo il canestro di Goss Roseto agguanta la parità con una bomba di Ruini e due liberi di Ringstrom, 24-24, quindi sale in cattedra Holland con cinque punti che portano i biancazzurri avanti, 29-28. Parziale di 0-6 di Rimini, poi Lloreda infila il 31-34 prima di accasciarsi a terra per un problema alla schiena, al suo posto entra Monti. Ringstrom con un'azione da tre punti, riporta la parità, 34-34, e chiude un break di 5-0 della Seven 2007.
Monti dal canto suo fa sentire i suoi centimetri e i suoi chili sotto i tabelloni e fornisce maggiore aggressività in difesa. Ruini con due liberi porta avanti i suoi, 38-36, poi i padroni di casa accusano un passaggio a vuoto, complici alcune decisioni arbitrali sfavorevoli, e subiscono lo strappo degli avversari, 38-42. Holland non ci sta, 40-42, ma ancora una volta la terna ci mette lo zampino, così al riposo si giunge sul 41-44. Roseto, pur tirando meglio, soffre a rimbalzo e concede il piccolo margine a Rimini che amministra senza incantare.
Nel terzo quarto il copione appare lo stesso. Roseto recrimina per qualche fischio dubbio e si innervosisce, sprecando più di una opportunità in attacco. La Coopsette non incanta ma con un pizzico di tranquillità in più riesce a incrementare il vantaggio fino al +8, 41-49. I padroni di casa, con il cuore, rimontano ancora fino al 50-53, con Ruini e Lloreda protagonisti in positivo da una parte e Goss dall'altra. Quando i biancazzurri sembrano in grado di mettere la freccia per il sorpasso ecco la mazzata: infrazione nel palleggio per Holland e tecnico all'americano. Gli ospiti non sprecano l'occasione e chiudono la frazione sul 52-62.
Nell'ultimo quarto Monti con la sua grinta infiamma il Pala Maggetti ma il suo apporto non basta: il centro è onnipresente a rimbalzo e in difesa e schiaccia pure in faccia all'avversario, 54-62, ma gli errori precedenti nei possessi rendono difficile il compito ai padroni di casa. Solo 7 punti in sette minuti sono troppo pochi per rimontare il passivo accumulato. Pur dando l'impressione di essere sempre viva, la Seven 2007 vede arrivarsi sul groppone le triple di McCray e Scarone a sancire uno scarto che sul parquet non è apparso così ampio. Finisce 67-79, Roseto sprofonda all'inferno e Rimini celebra i due punti che potrebbero significare l'ingresso nei play-off. Ai biancazzurri tocca adesso il compito di lottare con dignità sino all'ultima gara, a cominciare da domenica prossima in casa contro Sassari.

Seven 2007 Roseto – Coopsette Rimini 67-79

Seven 2007 Roseto: Ruini 18(3/6,3/5), Borsato 5(1/2,1/5), Ringstrom 5(1/3,0/2), Fulvio (0/2,0/3), Lorenzetti 2(0/2,0/1), Pazzi 6(3/5,/), Lloreda 10(3/6,/), Lagioia 3(/,1/2), Monti 2(1/4,/), Holland 16(5/13,2/5). All. Bianchi
Coopsette Rimini: Scarone 17(2/3,4/7), Goss 12(5/9,0/5), Yankiel ne(/,/), Pinton 4(/,1/1), De Pol 9(0/2,1/2), McCray 15(3/6,2/6), Zanus Fortes 2(1/1,/), Rinaldi 5(0/5,/), Gurini 6(2/3,/), Kesicki 9(3/6,0/3). All. Sacco.
Parziali: 19-22, 22-22, 11-18, 15-17.
Tiri da 2: Roseto 17/43, Rimini 16/35. Tiri da 3: Roseto 7/23, Rimini 8/24 . Tiri liberi: Roseto 12/21, Rimini 23/27.
Arbitri: Aronne, Bertelli, Ciano.
Note: commemorata la scomparsa di Giovanni Papini con un minuto di silenzio. Usciti per cinque falli: Zanus Fortes e Kesicki(Rimini). Spettatori 2000 circa.

30/03/2009 8.25