Domani Pescara-Foligno. Pomante: «vincere cambiando mentalità»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2116



PESCARA. È quasi tutto pronto per l'esordio di Antonello Cuccureddu sulla panchina del Pescara. Il neo allenatore biancazzurro, subentrato al contestatissimo Galderisi, in settimana ha valutato attentamente tutta la rosa a sua disposizione in vista dell'impegno di domani all'Aragona di Vasto contro il Foligno. Il match, non soltanto per logiche di classifica, riveste un'importanza capitale per il futuro anche sotto il profilo mentale. Come in settimana ha sottolineato lo stesso Cuccureddu la squadra ha bisogno di liberarsi mentalmente. Non ci sarebbe dunque niente di meglio di un eventuale successo contro una diretta concorrente per la salvezza diretta.
Per l'occasione il neo tecnico pescarese dovrebbe apportare più di una modifica sostanziale rispetto l'undici base dell'era Galderisi. Innanzitutto il modulo di partenza dovrebbe passare dal 4-2-3-1 al meglio organizzato 4-4-1-1.
In difesa, grande novità, è scontato l'impiego di Diliso dal primo minuto come quarto di destra in luogo di Camorani. Quest'ultimo dovrebbe essere spostato a centrocampo, ruolo a lui più congeniale. In mezzo al campo è possibile il ritorno dal primo minuto di Ferraresi al posto di Giordano. Per il resto Indiveri tra i pali. Linea difensiva a quattro con Pomante-Siniscalchi centrali, Diliso a destra e Vitale sull'out di sinistra.
A centrocampo duo di mediani composto da Coletti e Ferraresi con Felci e Camorani a presidiare le corsie esterne. In avanti è ballottaggio a due tra Laens e Perrulli per affiancare l'unico terminale offensivo Bazzani. Al momento il favorito pare essere il giovane attaccante uruguaiano. Indisponibili per il match Zeytulaev impegnato con la nazionale, Verratti e Simon. Quest'ultimo tornerà a lavorare a pieno ritmo con i compagni con ogni probabilità già da martedì.
Massima attenzione al Foligno che fuori casa ha ottenuto due vittorie, sei pareggi e cinque sconfitte in tredici incontri. L'ultimo exploit esterno dei falchetti risale al 22 febbraio di quest'anno, 2-1 a Sorrento.
Dirigerà l'incontro Mauro Vivenzi della sezione di Brescia. Guardalinee Leonetti e Pennacchio.
Da domani le partite della prima e seconda divisione avranno inizio alle ore 15.00. L'appuntamento dunque per Pescara-Foligno è domani allo stadio Aragona di Vasto.

MARCO POMANTE

Prima settimana di lavoro per il neo tecnico biancazzurro Antonello Cuccureddu. Queste le prime impressioni del capitano Marco Pomante: «certamente positive, lui è un allenatore esperto. Ci ha detto di stare tranquilli perché i risultati col lavoro arriveranno. Ora siamo più sereni».
Importante sarà proprio ritrovare la tranquillità perduta: «questo sarà fondamentale è vero. Abbiamo perso tranquillità soprattutto a causa dei risultati negativi. Ogni partita siamo andati sempre in svantaggio dopo pochi minuti. Mentalmente in questo periodo siamo deboli. Speriamo che la partita di domenica possa risollevarci il morale».
Chiaro che le responsabilità non sono tutte dell'ex tecnico Galderisi: «quando si cambia allenatore ovvio che non tutte le colpe sono di chi viene esonerato. Le responsabilità dobbiamo prendercele anche noi. Anzi soprattutto noi perché alla fine noi andiamo in campo e nelle ultime partite non siamo stati all'altezza delle nostre qualità».
Conclusione dedicata ovviamente all'avversario di domani: «sarà una partita difficile. Sappiamo di affrontare una delle squadre più in forma del campionato reduce da diversi risultati importanti. Dobbiamo però vincere cambiando subito mentalità. Dobbiamo darci una regolata perché non possiamo essere i protagonisti della peggiore stagione della storia recente del Pescara».

Andrea Sacchini 28/03/2009 9.08