Galderisi: «contento della fiducia della società. Ora uniti verso la salvezza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1520



PESCARA. Il Pescara ha ripreso gli allenamenti ieri al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo in vista della difficile trasferta a Gallipoli.
La gara con i pugliesi, importantissima per morale e soprattutto per logiche di classifica, vedrà di fronte due squadre ferite dagli ultimi turni di campionato.
I biancazzurri non vincono da tre giornate mentre il Gallipoli non fa propria l'intera posta in palio da due incontri e lunedì nel posticipo è stato battuto dall'Arezzo.
Il Pescara, malgrado nelle ultime domeniche non stia facendo vedere il miglior calcio, ha tutte le carte in regola per uscire indenne dalla trasferta in terra pugliese anche in virtù del leggero calo fisico del Gallipoli.
I giallorossi, dalla loro, hanno costruito il proprio primo posto in classifica soprattutto tra le mura amiche dove risultano essere ancora imbattuti. Nove vittorie e tre pareggi.
Un ruolino di marcia eccellente favorito dal fatto che i ragazzi di Giuseppe Giannini sono gli unici abituati ad esprimersi al meglio su di un campo, l'Antonio Bianco, piccolo ai limiti del regolamento e con fondo sintetico.
Le difficoltà del match a Gallipoli sono ben riassunte dal tecnico del Pescara Giuseppe Galderisi: «sono una squadra che non ha bisogno di presentazioni. La società quest'anno ha investito molto e credono tantissimo nel salto di categoria questa stagione.
Hanno degli ottimi giocatori, qualcuno ho anche avuto modo di conoscerlo. Andremo su di un campo particolare a causa della superficie in sintetico».

POCHE SOLUZIONI IN AVANTI

In vista della trasferta sono tutt'altro che pochi i problemi soprattutto per quanto riguarda l'attacco: «ho avuto la certezza che Simon non sarà disponibile per domenica per un piccolo contrattempo che speriamo si risolva al più presto. Bazzani invece è stato squalificato e in settimana vedremo di provare nuove soluzioni per prepararci al meglio. Abbiamo comunque un gruppo formato da trenta persone valide e tutti devono avere un'opportunità».
Candidato ad essere l'unico terminale offensivo è Laens, fino ad ora mai utilizzato dal tecnico dal primo minuto: «penso proprio che giocherà perché non abbiamo alternative. Abbiamo solo lui. Sono fiducioso perché Laens è un ragazzo umile che lavora sempre bene in settimana. È cattivo e determinato al punto giusto. C'è da lavorare sul suo modo di stare in campo ma ha già fatto vedere le sue qualità quando è stato chiamato in campo a dare il suo contributo».

LA GARA COL BENEVENTO

Tornando alla gara col Benevento nella ripresa si è visto un Pescara diverso dal primo tempo. Più convinto e motivato anche se la strada giusta è ancora lontana: «dobbiamo migliorare i meccanismi sui quali abbiamo sempre lavorato. Dobbiamo migliorare molte cose soprattutto a livello mentale. Bisogna essere più sereni per lottare alla pari con tutte le altre coinvolte nella lotta per non retrocedere».
«Di positivo» – prosegue Galderisi – «c'è il fatto che ci siamo resi conto di aver fatto una prestazione comunque importante domenica. Abbiamo messo in campo grande vitalità, solidità e voglia di combattere. Il tutto nonostante lo svantaggio sul gran gol di Clemente. Questo è un momento nel quale noi stessi dobbiamo cercare la fortuna. Ho visto molto ordine e disciplina in campo».

LA FIDUCIA DELLA SOCIETA'

I dirigenti biancazzurri hanno ribadito per l'ennesima volta la fiducia a Giuseppe Galderisi, confermato malgrado il parere contrario di parte della tifoseria: «ho sempre parlato con la mia proprietà. Ho notato nei miei confronti grande voglia di far bene le cose insieme. Nel calcio però può succedere di tutto da un momento all'altro».
«Personalmente andando in giro per Pescara» – conclude il tecnico – «ho visto molto affetto nei miei confronti. Ora tutti uniti cerchiamo di raggiungere il nostro obbiettivo».

NOTIZIARIO

Ripresa degli allenamenti in casa Pescara. Hanno lavorato a parte Bazzani e Siniscalchi mentre non hanno preso parte alla seduta Simon, Verratti e De Sousa. Saranno in vendita da oggi intanto i tagliandi per il settore ospiti dello stadio Bianco di Gallipoli. La società giallorossa ha messo a disposizione dei sostenitori abruzzesi 1.150 biglietti al costo unitario di 10 euro.
Nel frattempo il giudice sportivo sempre ieri ha comminato una semplice ammonizione a Daniele Cavalletto. Il vice di Galderisi era stato espulso nella ripresa per “condotta non regolamentare” secondo il referto dell'arbitro. Per il Pescara è stato squalificato per un turno l'attaccante Fabio Bazzani. Nessuna sanzione per il Gallipoli.
Infine l'associazione Pescara Siamo Noi ha fatto sapere che sono in allestimento pulman gratuiti per l'imminente trasferta a Gallipoli. Chiunque sia interessato può rivolgersi entro alla sede dei Pescara Rangers entro sabato e prenotare il proprio posto.

Andrea Sacchini 18/03/2009 8.40