Campestre, medaglia d’oro al teatino Federico Gasbarri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2650



CHIETI. Una condizione atletica impeccabile, un'esemplare maturità tattica, la consapevolezza di potercela fare hanno portato alla vittoria il giovane Federico Gasbarri al campionato italiano di corsa campestre che si è svolto il 15 marzo scorso a Porto Potenza Picena.
Sul giovane mezzofondista dell'associazione sportiva dilettantistica “Falco Azzurro-CariChieti”, allenato dall'ex azzurro Carlo Piersante, erano riposte molte attese da parte di tutto il settore tecnico regionale che aveva ben identificato in lui l'atleta di punta dell'intera rappresentativa abruzzese, infatti, proprio grazie alla sua vittoria, l'Abruzzo ha ottenuto uno storico terzo posto a squadre.
Una vittoria maturata a poche centinai di metri dall'arrivo, ma costruita in modo magistrale durante tutti i 2,5 km del circuito marchigiano.
I tecnici hanno commentato a fine gara che Federico Gasbarri è dotato di «un'intelligenza tattica non comune a questa età». Il teatino, rimasto sempre nel gruppo di testa formato da cinque atleti ma che via via andava sempre più allungandosi. Federico Gasbarri ha raccontato così la sua corsa alla vittoria: «Quando mancavano 300 metri al traguardo avevo abbandonato ogni speranza di podio il gruppo si era allungato ed io avevo perso terreno finendo in quinta posizione, ma all'inizio della salita finale ho visto che i quattro davanti a me rallentavano, io invece, da caparbio teatino ne avevo ancora ed ho iniziato l'accelerazione finale che mi ha portato a bruciare tutti sul traguardo». Un titolo italiano nella specialità che in Abruzzo mancava dal 1994 quando ad imporsi fu Andrea Pallotta dell'Atletica Alto Sangro, prima ancora (1989) Alberigo Di Cecco, ma soprattutto un altro alloro per la Falco Azzurro-CariChieti che va ad aggiungersi agli altri sette che la giovane squadra capitanata dal presidente Umberto Tuffanelli è riuscita a conquistare nel corso di questi primi cinque anni di attività.

m.r. 17/03/2009 10.32