La Fortitudo Teramo vola più in alto de L’Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

842

BASKET. L'AQUILA. Un'autorevole Fortitudo va a vincere senza problemi a L'Aquila contro l'ostica (soprattutto tra le mura amiche) formazione del capoluogo di regione.
Pur non potendo contare sull'apporto dei suoi “ragazzi terribili”, impegnati con l'Under 19 della BancaTercas Teramo, coach Gramenzi si è affidato alla vecchia guardia per imporre la sua legge nella ventiquattresima giornata.
I teramani conquistano così la settima vittoria del girone di ritorno dove, finora, sono stati fermati soltanto da Penne e Sulmona, due tra le migliori squadre del campionato, mettendo sempre in difficoltà l'avversario.
I biancoblù sono sempre a caccia della miglior posizione di classifica in vista dei play-off, ormai al sicuro: nel mirino c'è il Venafro che fra due giornate ospiterà l'importante scontro diretto. Ma prima ancora si dovrà superare l'ostacolo casalingo rappresentato dal San Vito che ancora spera di poter agganciare il treno dei play-off. La vittoria sul campo de L'Aquila è stata voluta ed ottenuta con la sicurezza nei propri mezzi, grazie all'apporto di tutti i giocatori ruotati da coach Gramenzi. Prova ne sono i cinque uomini in doppia cifra: dal solito Perez ad un concreto Bartolini, dal “triplista” Schiavoni al Gaeta che non ti aspetti, fino all'esperto De Luca, per una volta non solo regista ma anche realizzatore. Il primo quarto è stato equilibrato e avaro di emozioni, con gli attacchi bloccati che non trovavano le retine. Come spesso accade alla Fortitudo in questo campionato, è servito un pessimo primo periodo di gioco prima di scendere realmente in campo e iniziare a girare a dovere. Nel secondo quarto, infatti, si è vista un'altra squadra che ha registrato il proprio gioco e, soprattutto, praticamente chiuso a L'Aquila la via del canestro. I padroni di casa sono stati lasciati ad appena nove punti nel quarto, 24 totali al riposo lungo, chiuso dai teramani in vantaggio di otto punti. È stata la prima svolta della partita: da qui in poi, infatti, Bartolini e compagni hanno sempre condotto fino alla fine. Il terzo quarto è stato molto equilibrato con la formazione di coach Panella che ha tenuto testa ai biancoblù, senza mai scollarsi definitivamente e chiudendo il parziale sul 20-20. Per mettere la parola fine al match, allora, si è dovuto aspettare l'ultimo quarto, quando c'è stato il secondo e definitivo strappo da parte della Fortitudo che ha allungato fino a chiudere sopra di diciassette punti, sul definitivo 57-74. Successo, dunque, molto importante che attesta l'ottimo momento di forma della squadra del presidente Di Sabatino Martina, lanciata verso la post-season nella quale vorrà senz'altro dire la sua e giocarsela anche contro gli “squadroni” di questo campionato.

L'Aquila – Fortitudo Teramo 57-74

L'Aquila: Panella L. 21, Passacantando 3, Ventruto 11, Di Sabato, Marinucci 7, Colonna, Pace 7, Vaccarelli 8. All.: Panella F.
Fortitudo Teramo: Di Martino, Schiavoni 14, Bartolini 16, Tacchetti 6, Perez 16, De Luca 11, De Baptisits ne, Di Sabatino Martina , Pedalino ne, Gaeta 11, Ramirez. All.: Gramenzi.

Parziali: 15-11; 9-21; 20-20; 13-22

Arbitri: Di Paolo M. di Chieti e Di Luzio F. di Pescara


02/03/2009 8.35