Basket. Vasto superata dal Venafro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1016

VASTO. Gara fortemente condizionata dall'importanza di conquistare l'intera posta in palio: la BioFox era chiamata ad un riscatto dopo la sconfitta patita nell'ultimo turno interno opposta al Sulmona, mentre il Venafro doveva vincere per invertire una rotta che stava creando non pochi problemi.
I padroni di casa hanno fallito l'obiettivo e sono stati costretti ad inseguire rintuzzando puntualmente i pericolosi allunghi propiziati da Cuello (top scorer con 28 punti) e finalizzati da Scarpa padrone assoluto nelle aree pitturate.
Il finale terzo quarto, dopo il massimo vantaggio Venafro ad inizio del trentesimo minuto (+15:53-68), sul +14(57-71) sembrava chiudere la contesa prima del tempo, ma un nuovo recupero degli uomini di coach Di Stefano riduceva a 3(75-78) le distanza fra i due quintetti con l'orologio agli ultimi sui quattro giri con una nuova fuga ed un parziale di 7-15 che consegnava a coach Mascio due importantissimi punti scaccia crisi per così ripartire alla conquista di una miglior posizione in ottica play off. Per la squadra di casa ci sta invece una nuova sconfitta fra le mura amiche che pregiudica, e non poco, la rincorsa per la conquista di quella nona posizione che chiuderebbe la prima fase senza infamia e senza lode, risparmiando qualcosa sui contributi gara per coprire il monte ammende. Senza nulla toglierci, né nulla metterci riporto, di seguito, l'andamento della gara come dettato dai numeri: dopo la prima palla a due il primo ad andare a referto è Cardinale con una conclusione dalla lunga distanza e, trascorsi sette minuti, la tripla di Doro fa sfiorare al Venafro il suo primo vantaggio in doppia cifra (+9:10-19), i locali recuperano qualcosa e chiudono il primo quarto sotto di 4(20-24).
Nei secondi dieci minuti sono ancora gli ospiti, con Cuello e Scarpa, a fare la gara arrivando al +11(25-36) alla fine del sesto minuti, ma insieme alle triple di Laccetti, Celenza e Capone(2), alle quali rispondono Cardinale e Cuello(2), i locali si rifanno sotto e si va al riposo lunga nuovamente in quasi parità (43-44). Si riprende a giocare, ma un parziale di 5-14 dopo sette minuti vede nuovamente in fuga gli ospiti che riportano prima sul +10(84-58), poi ad inizio ultimo minuto sul +15(53-68) mettendo così una seria ipoteca sull'acquisizione del risultato finale a 10 minuti dalla fine che Di Rosso e compagni iniziano dovendo ancora recuperare ben 14 punti.
Una pronta reazione BioFox marca a referto un parziale di 15-7 per il –3(75-78) con ancora quattro lunghi minuti di gioco, ma gli ospiti rispondono con un 7-15 e fissano il risultato finale sull'82-93 che li premia decisamente oltre misura.
Per coach Di Stefano è praticamente tutto da rifare vsto che Pineto e San Vito sono ora a quota 22, contro i 20 BioFox, con l'aggravante che il prossimo tutto sarà tutto fuorché una semplice formalità visto e considerato che si va in quel di Nereto con un pronostico niente affatto favorevole, per tornare poi nuovamente in casa, per due turni consecutivi, ospitando la Cestistica Campobasso, prima, ed il GS L'Aquila, dopo, alla ricerca di un riscatto delle sconfitte subite all'andata. Una licenza prima di chiudere: la gara è stata regolarmente diretta da due arbitri all'uopo designati!

BIOFOX VASTO 82
VENAFRO 93


BioFox VASTO: CAPONE 27(40'), DI ROSSO 16(29'), CELENZA 16(40'), DE ANGELIS 7(26'), Laccetti 5(14'), Di Pol (21”), Ierbs 3(11'), Antonucci 3(17'), Ciancioi (2'), Marchesani n.e., Nanni n.e., Novelli n.e.. All.: Di Stefano.

VENAFRO: CUELLO 20(38');SCAR(37'), DORO 12(0'), CARDINALE 12(32'), eardi 8(11'), Minchella 6(14'), VALVONA 5(16)9,, Brusello 0(5'), lifuoco 0(17'), Capaldi n.e., Cocuzza n.e., Zeoli n.e.. All.: Mascio.

Arbitri: Tarquinio di Pescasseroli e Castellan di Chieti.
Parziali: 1°q 20-24, 2°q 43-44(23-20), 3°q 57-71(15-19), 4° q 82-93(25-22).
VASTO: Tiri da 2: 20/45(44%); da 3: 10/33(30%); Tiri Liberi: 22/29(76%); Falli: 26.
VENAFRO: Tiri da 2: 24/44(55%); da 3: 10/23(43%); Tiri Liberi: 15/28(54%); Falli: 26.
Usciti x 5 falli: Di Pol (26':48-54), Valvona (35°:68-78), Celenza (38':75-80), Alifuoco (39':75-85) e Antonucci (39':77-87).
Falli Antisportivi: Laccetti(16':25-31) e Berardi (32':59-71).
Falli Tecnici: Cardinale (20':41-44) e Di Rosso (26':48-52).