Delfino Pescara. Maurizio Edmondo: «lunedì spero nel titolo sportivo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1788



PESCARA. Risolte positivamente le vicende societarie per l'acquisto della Pescara calcio in seno al club si pensa all'attribuzione del titolo sportivo da parte della Federazione. Questo è l'ultimo passo che concluderà l'intero iter di passaggio delle quote del Pescara dopo il fallimento dello scorso dicembre. Club che, lo ricordiamo, manterrà intatta la propria storia partita dalla fondazione nel 1936.
A tal proposito Maurizio Edmondo, presente alla ripresa degli allenamenti, si è espresso con termini ottimistici: «entro questa settimana presumiamo venerdì o sabato la commissione si riunirà per decidere circa il titolo sportivo del club biancazzurro. Quindi credo e spero che entro lunedì verrà data comunicazione ufficiale del trasferimento del titolo sportivo alla nuova società. Spero che tutto l'iter si completi entro l'inizio della prossima settimana».
«Questo» – prosegue l'amministratore delegato del club al pari di Daniele Sebastiani e Giuseppe Adolfo De Cecco – «è segno della nostra volontà di far bene. Siamo tranquilli per il futuro».
Tranquillità giustificata anche dal buon momento della squadra, reduce dal successo di domenica col Taranto: «siamo contenti del risultato ottenuto col Taranto. Il gioco col tempo arriverà dobbiamo far lavorare tecnico e giocatori con tranquillità. All'orizzonte ci sono quattro partite importantissime per noi soprattutto per la classifica e per raggiungere i nostri obbiettivi stagionali».
A proposito di calendario domenica al Biondi il Pescara affronterà il Lanciano. Un derby particolare come ammette lo stesso Edmondo: «si è una partita speciale per noi ed anche per me. Siamo amici della famiglia Maio e ci vediamo spesso con loro. Lo faremo certamente anche prima e dopo la partita. Ovviamente in campo siamo rivali e sarà soltanto il campo a decidere quale delle due avrà la meglio».
Conclusione dedicata alla società: «le cariche societarie sono complete. In società tutto è stato fatto. Ora compatti lavoriamo per il futuro».

NOTIZIARIO

La squadra ha ripreso ieri gli allenamenti su campo sintetico in vista del derby di domenica prossima al Biondi contro il Lanciano. Il morale del gruppo, naturalmente, è alto dopo il convincente successo di domenica scorsa con il Taranto. La classifica però, anche se con una gara in meno, non consente agli uomini di Galderisi di pensare ad un obbiettivo che non sia la salvezza senza passare per i play-out.
Con il tempo, anche a considerando il calendario delle prossime partite, magari si potrà puntare a posizioni di alta classifica. Ora la linea vincente, portata avanti soprattutto dal tecnico Galderisi, è quella di “vivere alla giornata”.
Ieri alla ripresa non si sono allenati col gruppo Indiveri, Bazzani e De Sousa. Il primo febbricitante è rimasto a casa, mentre il secondo ha lavorato su terreno naturale per evitare qualsiasi ricaduta causata dal fondo sintetico. Ha subito una botta al piede Marco Pomante che ha concluso anzitempo l'allenamento. Il capitano, ad ogni modo, è da considerarsi a piena disposizione del tecnico per la gara di domenica. Non c'era neanche Verratti, convocato in nazionale under 17.
Infine il giudice sportivo ha squalificato per un turno il pescarese Verratti. Galderisi dunque, eccezion fatta probabilmente Bazzani e certamente i lungodegenti Romito e De Sousa, avrà per la seconda volta consecutiva l'organico quasi al completo.
Nel Lanciano invece è stato appiedato per un turno il centrocampista Andrea Cossu. Soltanto semplice ammonizione invece per il tecnico Pagliari, espulso domenica scorsa ad Arezzo.

Andrea Sacchini 25/02/2009 10.08