Basket. La Seven 2007 Roseto capitola in casa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1270

ROSETO. La Seven 2007, con 10 minuti di follia nel secondo quarto, cade in casa contro Reggio Emilia, in una partita nella quale le due formazioni, almeno inizialmente hanno sentito sulle spalle la pressione di una partita importantissima per entrambe le compagini. A Roseto non basta una prova eccezionale di Ringstrom, 19 punti e 12 rimbalzi, e di Lloreda, 22 punti e 11 rimbalzi, per arginare la voglia di Young e soci di buttarsi alle spalle un periodo nero. Partita ha vissuto per 3 periodi su 4 sul filo dell'equilibrio, ma il parziale di 11-30 nella seconda frazione è costata fatalmente la gara ai padroni di casa che adesso potranno ricaricare le batterie grazie alla sosta per la Final Four. La salvezza passerà dal Pala Maggetti, dove i biancazzurri incontreranno tutte le dirette concorrenti, in match che andranno affrontati con maggiore piglio e un pizzico di convinzione in più in attacco, utile a non vanificare il consueto, straordinario lavoro difensivo della Seven 2007.
Quintetti iniziali. Trullo parte con Fulvio play, Ruini guardia, Pinnock ala piccola, Ringstrom ala forte e Lloreda pivot. Reggio Emilia risponde con Fultz in regia, Young guardia, Boscagin e McGowan ali e Infante centro.
Nel primo quarto tocca ad Infante rompere il ghiaccio con un'azione da tre punti (canestro + libero aggiuntivo) dopo 100 secondi. Risponde immediatamente Lloreda per il 2-3 quindi Pinnock buca la retina dall'arco, immediatamente imitato da Boscagin per il 5-6. Ruini commette due errori dalla lunetta e Young lo punisce subito dopo ma Ringstrom riequilibra lo score con una bomba: 8-8. Le due squadre appaiono contratte, sentono l'importanza della posta in palio e la mira inevitabilmente ne risente. Lloreda con due liberi porta avanti la Seven 2007 per 14-12 ma McGowan schiaccia la parità prima dei liberi di Young. Ultimo strappo con Ringstrom e Lloreda per Roseto che chiude la frazione sul 17-16.
Nel secondo quarto Trullo chiama il time out dopo 2 minuti, segnati dalle bombe di Maestrello e Carra che portano il punteggio sul 17-22. I padroni di casa non carburano, fallendo anche le conclusioni più elementari e la Trenkwalder ne approfitta per issarsi sul + 10, massimo vantaggio ospite. Ringstrom spezza l'incantesimo con una bomba su assist di Fulvio, 20-27. Lo svedese è scatenato e si fa trovare sempre nel posto giusto al momento giusto ma la sua prova non basta per dare la scossa ai suoi che sprecano a ripetizione le occasioni per accorciare il distacco che Maestrello, implacabile da 3, continua a mantenere immutato. Trullo spende un altro time out sul 24-36, quindi Boscagin con un'azione da tre punti allarga il margine sul 24-39. Fulvio replica da 2, ma Fultz punisce ancora dall'arco e per la Seven 2007 le cose si complicano, 26-42. Pinnock si fa rubare il pallone dell'ultima azione da Young (il migliore dei suoi) e Reggio Emilia va al riposo sul 28-46 (11-30 nella seconda frazione), con cifre ragguardevoli al tiro: 12/23 da 2 e 6/10 da 3, per un 55% complessivo. La Seven 2007 risponde con il 30% e Ringstrom in doppia cifra (13 punti e 3 rimbalzi), numeri insufficienti a tener testa agli emiliani.
Nel terzo quarto Roseto, malgrado gli sforzi di Fulvio (5 punti per lui), vede gli ospiti guidare sempre il match con tranquillità, affidandosi alle triple e alla vena inesauribile di Young. I padroni di casa con Fulvio e Ringstrom sugli scudi si issano sino al 47-55. Si arriva all'ultimo parziale sul 47-55 ma la sensazione è che qualcosa sia cambiato per i biancazzurri.
Nell'ultimo quarto la situazione falli di Infante e McGowan consentono a Lloreda maggiore libertà e il panamense non si fa pregare per riaprire il discorso. Roseto arriva sino al 53-60 poi l'esperienza di Carra e una serie incredibile di carambole a rimbalzo permettono alla Trenkwalder di respingere gli assalti della Seven 2007 (53-64). Carra, francobollato a Fulvio in difesa, è micidiale anche dall'arco e firma il 55-67. Lloreda costringe al quinto fallo McGowan e piazza l'azione da tre punti che riporta lo score sul 58-68 a quattro minuti dal termine. Young con una bomba fa il 58-71 ma Pinnock appoggia il 60-71 prima di mandare in lunetta Young che non sbaglia, 60-73. Lagioia mette due punti ma fallisce il libero aggiuntivo, 62-73. Lloreda costringe ad uscire per falli anche Infante ma dalla lunetta conferma il suo scarso feeling con i liberi. Prima della sirena c'è il tempo della bomba di Lagioia che chiude sul 69-76. Roseto non riesce a sfruttare i timori di Reggio Emilia e si morde le mani per le tante opportunità sciupate nel corso del match per rientrare in partita. Dopo la sosta per la Final Four l'impegno sarà importantissimo: in trasferta contro Imola in diretta su Rai sport più.

Seven 2007 Roseto – Trenkwalder Reggio Emilia 69-76
Seven 2007 Roseto: Ruini (0/1,0/1), Borsato (0/1,/), Ringstrom 19(5/7,2/5), Fulvio 13(1/5,2/5), Lorenzetti ne(/,/), Pazzi (0/2,0/1), Lloreda 22(9/15,/), Lagioia 7(1/1,1/2), Monti ne(/,/), Pinnock 8(2/9,1/4). All. Trullo
Trenkwalder Reggio Emilia: Boscagin 8(1/2,1/3), McGowan 4(2/10,0/3), Maestrello 12(0/1,4/5), Infante 10(3/4,1/2), Fultz 7(2/6,1/3), Young 23(7/12,1/3), Carra 10(2/6,2/3), Defant ne(/,/), Campani ne(/,/), Ancellotti 2(0/1,/). All. Ramagli.
Parziali: 17-16, 28-46, 47-57.
Tiri da 2: Roseto 18/41 , Reggio Emilia 17/42. Tiri da 3: Roseto 5/19, Reggio Emilia 10/22. Tiri liberi: Roseto 18/27, Reggio Emilia 12/16.
Arbitri: Terreni, Materdomini e Paronelli. Note: usciti per cinque falli McGowan e Infante(Reggio Emilia). Spettatori 2000 circa.