La Fortitudo vince in rimonta il derby con il Basket Ball Roseto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1346

TERAMO. Partita non facile quella vinta in rimonta dalla Fortitudo Teramo contro i cugini del Basket Ball Roseto per 82-71.
La seconda squadra della cittadina costiera, terz'ultima in classifica con soli otto punti in cascina, ha reso la vita più difficile del previsto ai teramani che viaggiano stabilmente in zona play-off.
L'avvio, addirittura, è stato tutto di marca ospite: bravissimi i rosetani a trovare con straordinaria continuità la via della retina e a sfruttare la partenza a rilento dei ragazzi di coach Gramenzi increduli, forse, di fronte a tanta aggressività e concentrazione. Il parziale del primo quarto è eloquente: 14-30, una sola squadra in campo e non è difficile intuire quale fosse. Sugli scudi soprattutto il bravissimo Neri, implacabile nelle sue giocate in velocità, e Misticoni, classe ed esperienza al servizio della causa.
Per Teramo urgevano misure immediate che coach Gramenzi ha cercato di organizzare durante il primo riposo.
E in effetti, al ritorno in campo, si è vista subito un'altra Fortitudo, diversa soprattutto nell'applicazione e nell'attenzione messe sul parquet, nella quale hanno iniziato ad ingranare anche i grossi calibri, Perez su tutti che è tornato ai suoi livelli abituali (35 punti il suo score finale).
Inizia così la lenta e inesorabile rimonta che riporta, già alla fine del secondo periodo che si chiude con il parziale di 24-12, a contatto i biancoblù di casa, annullando quasi tutto lo svantaggio.
Da qui in poi è un'escalation della Fortitudo che chiude virtualmente i conti già nel terzo quarto quando, con un altro parziale autoritario costruito su buone scelte in attacco e maglie strette in difesa, opera il sorpasso sugli ospiti con il 23-13 del periodo che conduce all'ultimo riposo sul 61-55.
L'ultima frazione è giocata in controllo dai padroni di casa che sfruttano la pesante situazione di falli personali dei rosetani (a tal proposito c'è stata anche la protesta del presidente ospite Settepanella nei confronti dei due direttori di gara che, all'ennesima intemperanza, lo hanno allontanato dal tavolo degli ufficiali di campo). La squadra di coach Di Ridolfo, comunque, non cede di schianto e anzi continua a fare la sua onesta partita mettendo in mostra buone individualità e qualità che torneranno utili nella seconda fase del campionato.
Nella Fortitudo, oltre al già citato Perez, buono il contributo di tutti gli effettivi con una menzione particolare per i due baby, prodotto del Teramo Basket, Polonara e Annunziata per le spiccate capacità difensive messe in mostra che hanno prodotto rimbalzi e stoppate e costretto gli avversari a diversi falli in attacco. Il prossimo turno di campionato propone la trasferta de L'Aquila per la Fortitudo Teramo. A dispetto della classifica (otto punti a pari merito con il Basket Ball) sarà un impegno ostico per quanto fatto vedere fino ad oggi dalla formazione del capoluogo, soprattutto in casa. Le prospettive per i teramani, a questo punto della stagione, sono di poter migliorare la propria posizione in classifica tra le prime otto che disputeranno i play-off. Nel mirino c'è il sesto posto del Venafro (considerando che Sulmona, anch'essa sesta, deve recuperare la partita contro l'Airino, ultimo in classifica). Arrivare, fra tre giornate, allo sconto diretto per giocarsi il sesto posto è quanto auspica tutto l'ambiente fortitudino.

Fortitudo Teramo 82 – Basket Ball Roseto 71

Fortitudo Teramo: Di Martino 3, Schiavoni 10, Bartolini 13, Tacchetti, Perez 35, De Luca 2, Polonara 6, Di Sabatino Martina 1, Marinaro 10, Gaeta, Annunziata 2, Ramirez. All.: Gramenzi.
Basket Ball Roseto: Settepanella 2, Neri 29, Pavia 9, Misticoni 15, Centola 4, Paranunzio 3, Giorgini, Di Pietro 9, Pattara. All.: Di Ridolfo.

Parziali: 14-30; 38-42; 61-55; 82-71

Arbitri: Tarquinio di Pescasseroli e Castellan di Chieti

23/02/2009 8.44