2°Div/C. Scafatese-Val Di Sangro 4-2

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1504

SCAFATI. Niente da fare per la Val Di Sangro che capitola 4-2 sul campo della Scafatese. Confermate tutte le problematiche dei sangrini formato trasferta, che fino ad ora lontano dal Montemarcone non hanno mai vinto ed hanno racimolato la miseria di tre punti in dodici partite.
Si complica il cammino salvezza che, per forza di cose, non può prescindere da buoni risultati anche in trasferta. Con questo rovescio, tutto sommato meritato non tanto per i valori tecnici espressi in campo ma per gli errori, la Val Di Sangro precipita al penultimo posto in classifica in compagnia del Manfredonia. Soltanto due punti da difendere dall'assalto della Vibonese, ultima forza del torneo.
C'è grande rammarico in casa abruzzese per l'occasione d'oro sfumata di riportare a casa importanti punti salvezza. La Val Di Sangro, infatti, era passata in vantaggio e per giunta era riuscita una volta sotto 2-1 a pervenire al pareggio. Le solite distrazioni difensive, purtroppo, hanno condannato l'undici di Petrelli.
Tutto il grande lavoro in fase offensiva dei centrocampisti e degli attaccanti biancazzurri è stato vanificato da ingenuità difensive inammissibili per una compagine che vuole evitare i play-out. Un vero peccato perché ai punti gli ospiti avrebbero certamente meritato miglior sorte.
Nota positiva l'esordio con gol di Alessandrì, decisamente la punta d'aria di rigore mancata nell'intero girone d'andata alla Val Di Sangro.
Al decimo minuto il momentaneo vantaggio degli ospiti. Batti e ribatti in area su cross di Mazzetto ed Alessandrì è il più lesto ad insaccare la sfera.
Al 37esimo il pareggio della Scafatese dopo diverse buone occasioni per riportarsi in parità. De Luca direttamente su calcio piazzato infila la sfera alle spalle dell'incolpevole Ameltonis.
Val Di Sangro sotto shock, trascorrono tre minuti ed i padroni di casa passano a condurre il gioco. Su calcio di rigore dubbio Varriale realizza.
Nella ripresa, al 60esimo, il pareggio degli abruzzesi. Grillo lanciato in velocità supera l'estremo difensore scafatese e deposita la sfera in rete.
Passano cinque minuti a la Scafatese fa 3-2 con un gol contestatissimo dagli abruzzesi. Da oltre quaranta metri Corsale prova il pallonetto. Ameltonis para ma secondo l'arbitro la sfera aveva già oltrepassato la linea di porta. Per proteste viene espulso il tecnico della Val Di Sangro Giuseppe Petrelli.
Prima dell'80esimo il punto del definitivo 4-2. Basile dalla lunga distanza sorprende Ameltonis forse non completamente esente da colpe.
Nella Val Di Sangro il tecnico Petrelli ha scelto il modulo 4-4-2 delle ultime domeniche. Dal primo minuto spazio ad Ameltonis tra i pali. Difesa a quattro formata da Sensi, Paolacci, Mangoni e Del Grosso. A centrocampo Mazzetto e Sireno centrali con Grillo e Ruggiero ad agire sulle corsie esterne. In avanti tandem Fiorotto-Alessandrì. A match in corso hanno fatto il loro ingresso in campo Perfetti, Paris e Rogato. Al 68esimo l'allenatore dei sangrini Petrelli è stato espulso.
Nella Scafatese mister Maurizi si è affidato al seguente undici titolare: De Felice, Rapino, Correale, Lagnena, Basile, Carbonaro, Marzocchi, Bailon, D'Avanzo, De Luca e Varriale.
Ha diretto l'incontro Soricaro della sezione di Barletta.
Domenica prossima al Montemarcone di Atessa la Val Di Sangro riceverà la visita della battistrada Cosenza, reduce dallo 0-0 casalingo di ieri con il Gela.

SECONDA DIVISIONE GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Cassino-Gela 0-0
Cosenza-Isola Liri 0-0
Igea Virtus-Catanzaro
Manfredonia-Barletta 0-1
Monopoli-Aversa N. 1-1
Pescina VG-Andria 1-0
Scafatese-Val di Sangro 4-2
Vibonese-Noicattaro 0-0
Vigor Lamezia-Melfi 0-1

Classifica: Cosenza 50; Catanzaro 41; Gela 40; Pescina VG 37; Andria 32; Monopoli 29; Cassino 29; Scafatese 28; Barletta 27; Noicattaro 27; Igea Virtus 26; Vibonese 26; Melfi 24; Isola Liri 21; Aversa N. 21; Manfredonia 19; Val di Sangro 19; Vigor Lamezia 17.

Prossimo turno: Andria-Vibonese; Aversa N.-Pescina VG; Barletta-Monopoli; Cassino-Igea Virtus; Catanzaro-Vigor Lamezia; Gela-Scafatese; Melfi-Manfredonia; Noicattaro-Isola Liri; Val di Sangro-Cosenza.

Andrea Sacchini 16/02/2009 8.50