Delfino Pescara. Arrivano in quattro nell'ultimo giorno di mercato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3224

MILANO. Pomeriggio difficile di lavoro intenso all'Hotel Ata Quark di Milano per gli operatori di mercato biancazzurri.




MILANO. Pomeriggio difficile di lavoro intenso all'Hotel Ata Quark di Milano per gli operatori di mercato biancazzurri. Il Pescara al fotofinish ufficializza quattro acquisti nell'ultima giornata di calciomercato. Prelevato in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino il centrocampista centrale Tommaso Coletti, 25 anni, dal Foggia. Compartecipazione fissata a giugno per una cifra di poco superiore ai 150mila euro.
Dal Cittadella in prestito secco è invece giunto Giordano, mediano, già alle dipendenze di Galderisi il campionato passato nel Foggia.
Il DG Claudio Garzelli, accompagnato dal vicepresidente Giuseppe De Cecco, dal procuratore Donato Di Campli e dall'amministratore delegato del club Maurizio Edmondo, ha chiuso anche con Perrulli. Quest'ultimo, prelevato dal Vicenza, può risultare una valida alternativa sull'esterno ai già presenti Felci, Zeytulaev, Iandoli e Stella. L'ex primavera biancazzurro, tra l'altro, da oggi in poi con la presenza in rosa di Ferraresi, Coletti e Giordano nel mezzo potrà essere utilizzato sulla fascia, il ruolo probabilmente a lui più congeniale.
Ingaggi importanti che certamente sono in grado di poter far fare il salto di qualità all'attuale rosa che, lo ricordiamo, negli ultimi giorni ha perso Cardinale, Di Vicino e Giuliano. Importante sottolineare che sono state accolte quasi in toto le richieste del tecnico Giuseppe Galderisi. Con l'ingaggio di Coletti e Giordano, infatti, si riforma in toto la linea mediana di centrocampo che tanto bene aveva fatto la scorsa stagione a Foggia proprio sotto la guida dell'attuale allenatore biancazzurro. Responsabilità di conseguenza importanti per Galderisi che dalla prossima partita esterna sul campo del Perugia non avrà più alibi.
Chiusura di mercato dunque in agrodolce per il Pescara. Se da un lato infatti sono stati raggiunti tutti gli obbiettivi per i ruoli a centrocampo, dall'altro non è arrivata la sospirata punta di esperienza capace di garantire sulla carta un buon bottino di reti. Nulla da fare per Dionisi, ceduto al Livorno, che resterà a Celano fino a giugno.
Come nelle previsione è sfumato anche l'acquisto di Sansovini che nel pomeriggio ha prolungato il contratto che lo lega al Grosseto. Nulla da fare anche per Soncin che terminerà il proprio campionato con la maglia dell'Ascoli.

LA PUNTA È LAENS. LA DIFFICILE SITUAZIONE DI PRISCO, DILISO E PISCIOTTA

Per rinforzare il reparto offensivo è comunque arrivato un giovane di prospettiva. Trattasi di Federico Laens, classe 1988, giunto dal Montevideo Wanderers, campionato uruguaiano. Un elemento tutto da scoprire che potrebbe rivelarsi anche come la grande sorpresa del girone di ritorno dei biancazzurri.
Restano a Pescara Camorani, Prisco, Diliso e Pisciotta dati con le valigie in mano negli ultimi giorni. Da valutare le situazioni degli ultimi tre che non rientrano nei piani tecnici della società. Pisciotta in particolare avrebbe rifiutato il trasferimento al Giulianova facendo sembra contrariare non poco Peppe De Cecco. Per loro si prospettano sei mesi lontano da impegni ufficiali con la maglia biancazzurra.
Camorani, invece, ha accettato di ridursi l'ingaggio.
Un mercato quello condotta dalla neo proprietà del delfino comunque sulla carta ampiamente sufficiente per la conquista dell'obbiettivo salvezza. Ad oggi evitare i play-out, tra mille difficoltà affrontate in questa terribile stagione a livello societario, sarebbe da considerarsi già un traguardo importante.
Onde evitare errori simili a quelli dei passati anni anziché assegnare una valutazione sommaria ai volti nuovi, indubbiamente di livello, sarebbe più opportuno lasciare al campo il giudizio definitivo.
È chiaro comunque che la nuova proprietà difficilmente avrebbe potuto fare di meglio, con l'obbligo di acquistare giocatori in numero uguale alle cessioni. Bilancio in perfetto equilibrio. Tre sono partiti ed in tre sono arrivati più l'aggiunta di un under 20.
Alla chiusura del mercato invernale la rosa della prima squadra biancazzurra è formata dai portieri Indiveri, Prisco e Bartoletti. Dai difensori Diliso, Mottola, Pomante, Prizio, Romito, Sembroni, Siniscalchi e Vitale. Centrocampisti Camorani, Felci, Ferraresi, Iandoli, Pisciotta, Stella, Verratti, Perrulli, Giordano, Coletti, Zeytulaev. Attaccanti Bazzani, De Sousa, Simon e Laens. Oltre a loro, naturalmente, diversi elementi del settore giovanile.

Andrea Sacchini 03/02/2009