La Delfino Pescara 1936 si aggiudica l'asta. Oggi chiude il mercato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2360


PESCARA. Ora è ufficiale. La Delfino Pescara 1936 si è aggiudicata in via definitiva l'asta fallimentare della fallita Pescara calcio. L'ultimo atto questa mattina allo studio del notaio Buta sito nei pressi di piazza Salotto.
A firmare l'atto notarile alla presenza del curatore fallimentare Saverio Mancinelli c'era Deborah Caldora. Assente Peppe De Cecco partito alla volta di Milano per la chiusura della finestra trasferimenti invernali.
A meno di clamorose sorprese il titolo sportivo del club verrà assegnato alla Delfino Pescara 1936 entro i prossimi quindici giorni dalla Federazione. Lo ricordiamo la neo società ha già ottenuto l'affiliazione alla Figc.
Nel frattempo proseguono febbrili le trattative di mercato per portare in maglia biancazzurra entro le 19.00 di questa sera qualche elemento di qualità. In mattinata hanno raggiunto l'Hotel Ata Quark di Milano, sede ufficiale del calciomercato per le società professionistiche, il DG Claudio Garzelli e l'amministratore delegato del club Maurizio Edmondo.
L'obbiettivo dichiarato dalla società è quello di ingaggiare innanzitutto un centravanti d'area di rigore capace di garantire da qui fino al termine del torneo un bottino significativo di gol. Si cercherà, ovviamente, di rimpiazzare tutti quegli elementi che negli ultimi giorni e nelle prossime hanno o stanno lasciando Pescara. Ad un passo dall'addio ci sarebbero Diliso e Pisciotta, richiesti da sodalizi di seconda divisione.
Hanno rescisso unilateralmente il contratto nel week-end Cardinale, Di Vicino e Giuliano. Tutti, ad ogni modo, non avranno difficoltà nel trovare nuova sistemazione in prima o seconda divisione. L'oramai ex terzino destro del Pescara, più di tutti, ha minacciato il club di adire le vie legali per la rescissione “forzata” del proprio contratto.
È ormai solo questione di ore l'ufficialità dell'ingaggio dal Foggia di Coletti, richiesto in prima persona dal tecnico biancazzurro Giuseppe Galderisi. Vicino anche l'ok per Giordano.
Sfumate quasi definitivamente le possibilità di acquisire Soncin o Sansovini. Il secondo, che gradirebbe certamente un ritorno in riva all'Adriatico, è “prigioniero” del Grosseto che a breve potrebbe offrirgli il sospirato rinnovo contrattuale. Più probabile che l'affare vada in porto a giugno. Soncin, invece, è ritenuto pedina importante nell'Ascoli malgrado anche quest'ultimo è in scadenza contrattuale.
Difficile inoltre arrivare a Dionisi per il quale il Celano chiede una cifra non indifferente per la sua cessione.
Infine la squadra è partita oggi alla volta di Norscia per il ritiro umbro in vista della delicata trasferta di domenica prossima a Perugia. Nelle prossime ore all'attuale gruppo di giocatori si uniranno tutti coloro ingaggiati in questo ultimo giorno di mercato invernale. Finestra trasferimenti che, lo ricordiamo, chiuderà i battenti alle ore 19.00.

Andrea Sacchini 02/02/2009