Pallavolo. La Framasil incontra i Campioni d’Italia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1352



PINETO. Nel match con i Campioni d'Italia il confronto tra Buti e Birarelli, due “riscoperte” del Pineto.
La giornata di domani segna un altro appuntamento importante nel calendario della Framasil nel massimo campionato. Infatti, di scena al Palamaggetti di Roseto ci sarà l'Itas Diatec Trentino, squadra che nella passata stagione si è aggiudicata il tricolore. Trento occupa la seconda posizione in classifica e all'andata s'impose sugli abruzzesi per tre set a zero (25-15, 25-29, 25-16).
Tra i trentini recuperato in extremis l'ex Emanuele Birarelli che dopo tre stagioni difficili proprio a Pineto ha rilanciato la sua carriera arrivando prima a Trento e poi in Nazionale. Birarelli fu una felice scommessa del Presidente Benigno D'Orazio che lo ha fatto tornare sul palcoscenico di A2 (2005/2006) dopo tre stagioni di stop. Storia parallela per Simone Buti. Il toscano reduce da due stagioni in chiaroscuro, ma che come il suo predecessore è stato voluto in terra abruzzese dove sta vivendo un'ottima annata.
«Il mio auspicio è che Buti possa ripetere la stessa carriera di Emanuele – ha affermato D'Orazio - e magari vederli a breve insieme con la maglia della Nazionale».
I due centrali hanno caratteristiche molto simili, in quanto entrambi sono tatticamente intelligenti e molto efficaci a muro. Buti ha margini di crescita e giocando con continuità potrà in pochi anni esprimere le sue grandi potenzialità: «Non penso alla Nazionale – ha affermato il giocatore toscano – Per ora il mio unico obiettivo è continuare il campionato nel miglior modo possibile e raggiungere la salvezza con Pineto».
In casa gialloblù organico quasi al completo. Unico assente Emanuele Ravellino, che ha accusato un problema alla spalla. L'assenza del centrale marchigiano, carica maggiormente di responsabilità lo stesso Buti, dal quale il pubblico del Palamaggetti aspetta una grande prova: «Loro sono i Campioni d'Italia – afferma il centrale – Solo con la spinta dei nostri tifosi possiamo ottenere un risultato importate. Dobbiamo giocare con il cuore e con la testa».

Gli avversari. L'Itas Diatec Trentino è la squadra vincitrice del Campionato Italiano conquistato nella finale contro Piacenza. Allenata dal bulgaro Radostin Stoytchev, alla seconda stagione con Trento, dispone di giocatori di primissimo livello come Matej Kaziyski, tra i più forti schiacciatori al mondo. Tra i terminali offesivi troviamo anche Dore Della Lunga e il brasiliano Leandro Vissotto, miglior realizzatore della serie A1 2007/2008. Al centro schiera il brasiliano Riad proveniente da Latina, e l'italiano Marco Piscopo. Recuperato Birarelli, mentre non sarà della partita il polacco Winiarski, influenzato. Il libero dei è Nicola Bari. I trentini sono reduci dalla sconfitta con Macerata per tre set a zero, in una gara in cui hanno dimostrato comunque di essere in salute.

Grande attesa dunque per il match contro i Campioni d'Italia, incontro dove Pineto dovrà giocare oltre le proprie possibilità per riuscire ad ottenere una vittoria che sulla carta appare come un'impresa impossibile.

24/01/2009 11.50