Prezioso 0-0 della Val Di Sangro con l'Igea Virtus

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1109


2°DIV/C. BARCELLONA POZZO DI GOTTO. Punto di valore inestimabile per la Val Di Sangro che esce imbattuta dal difficile campo dell'Igea Virtus, diretta concorrente salvezza. 0-0 positivo che, nel bene e nel male, ha messo in mostra tutti i lati positivi e negativi dell'undici di Petrelli. Risultato tutto sommato giusto per i valori tecnici espressi in campo. Gara in definitiva tutt'altro che entusiasmante, avara di vere e proprie occasioni da rete.
Di buono c'è che la squadra ha trovato finalmente equilibrio ed organizzazione tattica in fase di non possesso palla. Per la prima volta infatti la Val Di Sangro non ha subito reti lontano dal Montemarcone.
Per contro l'undici di Petrelli si conferma poco pungente e determinato sotto porta. Da questo punto di vista i numeri sono implacabili. I sangrini in campionato non segnano da ben 450 minuti. Fuori casa, invece, la batteria d'attaccanti biancazzurri è a secco da 360 minuti. Per questo motivo Petrelli in settimana dovrà lavorare molto sui meccanismi d'attacco, confidando ovviamente in qualche rinforzo nella finestra invernale dei trasferimenti.
Nella Val Di Sangro il tecnico Petrelli si è affidato al collaudato 4-3-3. Ameltonis tra i pali. Linea difensiva a quattro con Sensi, Mangoni, Paolacci e Del Grosso. Diga di centrocampo formata da Ruggero, Carafa e Grillo. Quest'ultimo, arrivato in settimana dal Varese, al debutto assoluto in maglia sangrina. In avanti fiducia al tridente Napolano, Campli e Perfetti. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Mainella e Fiorotto. In panchina per tutto il match sia Epifani sia Cacciaglia.
Nell'Igea Virtus mister Castellucci dal primo minuto ha scelto il seguente undici titolare: Di Masi, Agius, Russo, Alizzi, Scopelliti, Crimi, Di Toro, Matinella, Bongiovanni, La Porta e Nabil.
Ha diretto l'incontro Guida di Torre Annunziata.
Con questo pareggio, importantissimo, la Val Di Sangro sale a quota 15 in classifica al terzultimo posto in compagnia dell'Isola Liri. Meno uno dall'uscita dalla zona play-out ma soprattutto tre lunghezze di vantaggio dall'ultima piazza occupata dal Melfi.
Domenica al Montemarcone di Atessa arriva il Cassino, sconfitto ieri in casa 2-1 dal Noicattaro. I tre punti, ovviamente, sono d'obbligo per dare un seguito al buon pareggio di Barcellona Pozzo di Gotto.
Per quanto riguarda il mercato, infine, Petrelli auspica l'arrivo di qualche elemento capace di far fare il salto di qualità all'attuale rosa. Nelle idee del tecnico ci sono un centrocampista dalle spiccate doti offensive e una punta per completare il reparto d'attacco.

SECONDA DIVISIONE GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO


Aversa N.-Catanzaro 0-1
Barletta-Cosenza 1-2
Cassino-Noicattaro 1-2
Igea Virtus-Val di Sangro 0-0
Manfredonia-Andria 1-1
Monopoli-Pescina VG 2-3
Scafatese-Melfi 2-0
Vibonese-Gela 1-2
Vigor Lamezia-Isola Liri 2-1

Classifica: Cosenza 40; Gela 38; Catanzaro 36; Pescina VG 30; Andria 28; Cassino 25; Scafatese 25; Monopoli 24; Vibonese 24; Noicattaro 22; Barletta 20; Igea Virtus 18; Aversa N. 16; Manfredonia 16; Isola Liri 15; Val di Sangro 15; Vigor Lamezia 14; Melfi 12.

Prossimo turno: Andria-Igea Virtus; Catanzaro-Manfredonia; Cosenza-Vibonese; Gela-Monopoli; Isola Liri-Scafatese; Melfi-Aversa N.; Noicattaro-Barletta; Pescina VG-Vigor Lamezia; Val di Sangro-Cassino.

A.S. 12/01/2009 8.38