2°Div/C. Vdg inchiodata sullo 0-0 interno dal Manfredonia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1706

AVEZZANO. Niente da fare. Terza partita consecutiva senza i tre punti per la Valle Del Giovenco che allo stadio Dei Marsi si vede imporre lo 0-0 dal Manfredonia. Risultato tutto sommato giusto per i valori tecnici espressi in campo anche se ai punti, probabilmente, il Manfredonia avrebbe meritato miglior sorte. Micidiali, soprattutto nella ripresa, un paio di contropiedi mal finalizzati dagli avanti biancazzurri.
Confermati a pieno i limiti attuali della formazione biancoverde, incapace per lunghi tratti della contesa di esprimere un gioco gradevole e creare grattacapi all'estremo difensore pugliese.
Bene il pacchetto arretrato, dati alla mano uno dei migliori della categoria. Male al contrario la manovra offensiva. Allo stadio Dei Marsi, parlano i numeri, la Valle Del Giovenco trova grandi difficoltà nell'andare a segno. Per la terza volta in sette match interni, infatti, gli abruzzesi non sono andati oltre il risultato di 0-0. Nel complesso soltanto otto reti fatte in sette incontri tra le mura amiche.
Per quanto riguarda gli ospiti riesce alla perfezione il disegno tattico di mister D'Arrigo. Il Manfredonia, giunto in Abruzzo col chiaro intento di riportare a casa un punto, ha messo in campo tanta corsa con una buona organizzazione di squadra.
Primo tempo bruttino. Meglio i marsicani nella ripresa.
Avvio di gara di chiara marca ospite con una doppia chance capitata sui piedi di Napoli che ha sprecato da due passi. Prima del riposo per la Valle Del Giovenco è stato Laboragine con un destro dai venti metri che ha sfiorato il bersaglio grosso.
Nel secondo tempo dopo un paio di buone opportunità in contropiede per il Manfredonia, biancoverdi pericolosi al ventesimo direttamente su calcio piazzato con Piva.
Ultima azione del match, prima della mezz'ora, ha visto ancora una volta il difensore della Valle Del Giovenco protagonista con un gran sinistro dai trenta metri ottimamente respinto in angolo da Pelagotti.
Nella Valle Del Giovenco il tecnico Chiappini ha confermato il 4-3-1-2 come modulo di partenza. Dal primo minuto spazio a: Bifulco tra i pali. Linea difensiva a quattro con Petitto, Locatelli, Blanchard e Piva. In mezzo al campo via libera al trio Cruciani, Giordano e Silvestri. In avanti il solito Di Pasquale trequartista a supporto del tandem offensivo Laboragine-Arcamone. In corso d'opera hanno fatto il loro ingresso in campo Censori, Prandelli e Pietrobattista.
Nel Manfredonia mister D'Arrigo ha scelto il seguente undici titolare: Pelagotti, Scarpitta, Nossa, Borta, Carrieri, Giglio, Pirrone, Vitiello, Patti, Schettino e Napoli.
Ha arbitrato l'incontro Pecorelli della sezione di Arezzo.
Con questo punto la Valle Del Giovenco spreca una buona occasione per puntellare il proprio piazzamento play-off. La classifica attualmente vede gli abruzzesi al quinto posto con 26 punti con sole due lunghezze di vantaggio sulle inseguitrici. Domenica trasferta sul campo della capolista Cosenza.

SECONDA DIVISIONE GIRONE C. RISULTATI, CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO

Cassino-Vibonese 0-1
Catanzaro-Noicattaro 1-1
Gela-Isola Liri 1-1
Melfi-Cosenza 1-2
Monopoli-Igea Virtus 4-1
Aversa Normanna-Andria 0-2
Valle Del Giovenco-Manfredonia 0-0
Scafatese-Vigor Lamezia 1-0
Val Di Sangro-Barletta 0-0

Classifica: Cosenza 36; Catanzaro e Gela 32; Andria 27; Valle Del Giovenco 26; Cassino 24; Monopoli e Vibonese 23; Scafatese 22; Barletta 19; Igea Virtus e Noicattaro 16; Aversa Normanna 15; Isola Liri e Val Di Sangro 14; Manfredonia 12; Melfi 11 e Vigor Lamezia 10.

Prossimo turno: Andria-Gela, Barletta-Cassino, Cosenza-Valle Del Giovenco, Igea Virtus-Melfi, Isola Liri-Catanzaro, Manfredonia-Scafatese, Noicattaro-Val Di Sangro, Vibonese-Aversa Normanna e Vigor Lamezia-Monopoli.

Andrea Sacchini 15/12/2008