2°Div/C. Vdg e Val Di Sangro: doppio incrocio Abruzzo-Puglia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1868

VALLE DEL GIOVENCO. La parola d'ordine è riscatto in casa Valle Del Giovenco dopo le ultime deludenti prestazioni in campionato. Allo stadio Dei Marsi arriva il Manfredonia, penultimo in classifica con soli undici punti all'attivo. L'occasione dunque per riprendere la corsa play-off è ghiotta per gli uomini di Chiappini, senza i tre punti da tre domeniche.
Per l'occasione il tecnico Chiappini dovrà forzatamente rinunciare a Zarineh e De Angelis. Entrambi squalificati dal giudice sportivo. L'attaccante in particolare è stato appiedato per due giornate. Pienamente recuperati invece Di Pasquale e Berra.
Per il resto fiducia al modulo 4-3-1-2 delle ultime domeniche, con a grandi linee gli stessi interpreti: Bifulco tra i pali. Linea difensiva a quattro con Locatelli, Petitto, Blanchard e Piva. Trio di centrocampo formato da Censori, Silvestri e Cruciani. Di Pasquale trequartista a supporto del tandem offensivo Berra-Laboragine.
Nel Manfredonia, reduce dall'1-1 interno di sette giorni fa col Monopoli, mister Francesco D'Arrigo dovrà rinunciare per squalifica a Cerchia, che potrebbe essere rimpiazzato dall'ex primavera del Pescara Giuseppe Serao. Fiducia dal primo minuto a Pelagotti, Bortel, Nossa, Macrì, Vitiello, Pirrone, Napoli e Giglio.
Valle Del Giovenco-Manfredonia verrà arbitrata da Davide Pecorelli della sezione di Arezzo. Guardalinee Drago e Roccasalvo.
Il Manfredonia lontano dal proprio pubblico ha ottenuto in otto match soltanto un successo, due pareggi e cinque sconfitte. L'ultima affermazione dei pugliesi fuori risale allo scorso 31 agosto, prima di campionato, 1-0 ad Andria. Per contro tra le mura amiche i biancoverdi risultano ancora imbattuti. Tre vittorie e quattro pareggi in sette incontri disputati.
Appuntamento domani alle ore 14.30 allo stadio Dei Marsi di Avezzano.

VAL DI SANGRO. Ritorna il campionato per la Val Di Sangro dopo la sconfitta della settimana scorsa sul campo dell'Andria. Un rovescio amaro giunto soltanto negli ultimi 15 minuti del match. Mister Petrelli, di conseguenza, in settimana ha lavorato molto sull'aspetto psicologico dei suoi. L'obbiettivo, manco a dirlo, sono i tre punti. Al Montemarcone di Atessa arriva il Barletta, attualmente in posizione tranquilla di metà classifica.
I pugliesi, fuori casa, hanno ottenuto due vittorie, un pareggio e quattro sconfitte. Massima concentrazione dunque per la Val Di Sangro che tra le mura amiche risulta essere ancora imbattuta. Due affermazioni e cinque pari in sette match. Striscia positiva macchiata però dai continui problemi della squadra in fase gol. Soltanto quattro reti realizzate.
Per quanto riguarda la formazione il tecnico dei sangrini Pino Petrelli sembra orientato a confermare lo stesso undici di sette giorni fa. Modulo 4-4-2 con Ameltonis tra i pali. Curcio, Paolacci, Del Grosso e Sensi a comporre la linea a quattro di difesa. A centrocampo Epifani e Cacciaglia centrali con Perfetti ed il pienamente ristabilito Campli ad agire sugli esterni. In avanti spazio al tandem Fiorotto-Memmo. Non da escludere l'impiego dall'inizio di Cherchi.
Nel Barletta, che viene dall'1-1 interno col Melfi, mister Sanderra darà spazio dal primo minuto a Furlan, Tangorra, Fabbro, Iervolino, Daleno, Salvagno, Laviano, Alessandrì.
Val Di Sangro-Barletta verrà diretta da Fabrizio Pasqua di Tivoli. Guardalinee Passero e Tiburzi.
Fischio di inizio domani alle ore 14.30 allo stadio Montemarcone di Atessa.

Andrea Sacchini 13/12/2008