2°Div/B. Giulianova e Celano domani in casa: obbiettivo i tre punti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1316

GIULIANOVA. In campo per il riscatto. Questo è l'obbiettivo del Giulianova dopo il mezzo passo falso di domenica in casa con il Poggibonsi. Al Fadini, secondo turno consecutivo in casa, arriva una Giacomense reduce dal pesante ko interno di sette giorni fa con la Sangiustese.
La formazione romagnola è ai margini della zona play-out e punterà almeno al pareggio per questa trasferta in terra abruzzese.
Fuori casa, comunque, la Giacomense ha avuto un rendimento piuttosto altalenante. Due successi, a Prato e a Rovigo, un pareggio e tre sconfitte. Perfetta parità, dieci, invece per quanto riguarda reti fatte e subite.
Un cliente dunque ostico per il Giulianova che dovrà superare il delicato momento psicologico dopo la beffa di domenica scorsa. Essere riacciuffati al 90esimo in vantaggio di due reti a meno di un quarto d'ora dalla fine è dura da digerire. L'undici di Bitetto ha comunque confermato di avere qualità caratteriali, oltreché tecniche, superiori alla media della categoria.
Al Fadini i giuliesi hanno ottenuto quattro vittorie, un pareggio ed una sconfitta in sei uscite.
Riguardo la formazione da schierare Bitetto ha solo un paio di dubbi. Uno a centrocampo ed uno in attacco. Potrebbero infatti trovare posto dal primo minuto Pucello e Galabinov. Quest'ultimo, al posto di uno tra Improta e D'Antoni, fino ad ora non ha mai trovato spazio dal primo minuto. Pucello invece verrebbe schierato in sostituzione di Luca Cichella.
In porta al posto dello squalificato Mancini, appiedato per due turni in settimana dal giudice sportivo, debutterà Buono. Il “numero 12” ha disputato l'anno scorso in serie B due partite con la maglia del Bari.
Per il resto conferma al 4-3-3 adottato dal tecnico sin da inizio campionato. Come detto Buono in porta. Ogliari, Garaffoni, Sosi e Vinetot a formare la linea a quattro di difesa. Croce, D'Aniello e Pucello a centrocampo. Lisi e due tra Galabinov, Improta e D'Antoni a comporre il tridente offensivo. Favoriti comunque gli ultimi due.
Nella Giacomense il tecnico Benuzzi, al quale è stata confermata la fiducia dalla dirigenza in settimana, utilizzerà uno speculare 4-3-3. Spazio dal primo minuto a Nicastro, Panariello, Vagnati, Minardi, Schiavon e Zamboni.
Giulianova-Giacomense verrà arbitrata da Massimiliano Di Benedictis di Bari. Assistenti Di Carlo e Fortarezza. Appuntamento domani alle 14.30 allo stadio Fadini di Giulianova.

CELANO. Dare continuità di risultati e lasciarsi alle spalle il peggior periodo della stagione. Questo cercherà di fare il Celano dopo l'entusiasmante successo per 2-0 ottenuto sette giorni fa sul campo della Sangiovannese. Al Piccone arriva il Rovigo, ultima forza del torneo con soli otto punti all'attivo. La formazione rodigina, ad ogni modo, è tutt'altro che morta dopo il successo a sorpresa per 1-0 sette giorni fa sul campo del CuoioCappiano.
Impegno dunque non da sottovalutare per il Celano che contro il Rovigo cerca il secondo successo consecutivo. Fino ad ora i biancazzurri tra le mura amiche hanno ottenuto quattro successi e due pareggi in sei gare realizzando la bellezza di 17 reti a fronte di sole 5 subite.
I veneti, fuori casa, hanno racimolato sei punti in sette gare frutto di una affermazione e tre pari. Per il Celano le premesse, dunque, ci sono tutte per continuare la corsa play-off e rafforzare la già positiva classifica.
Per l'occasione mister Modica conferma lo stesso modulo che da due anni regala spettacolo ed emozioni al pubblico celanese. 4-3-3 con Vurchio in porta. Linea difensiva a quattro con Morgante, Zanon, Perricone e Rossini. Possibile l'impiego dal primo minuto di Scrozzo, in panchina domenica, in luogo di quest'ultimo. Trio di centrocampo composto da Giunchi, Mignogna e dal baby Barbetti. Non da escludere l'utilizzo dall'inizio di Fanelli. In avanti spazio e fiducia al “solito” tridente Villa, Negro e Dionisi. Quest'ultimo capocannoniere dell'intero raggruppamento con dieci reti.
Per quanto il Rovigo mister Parlato a meno di sorprese confermerà a grandi linee il 3-5-2 di domenica scorsa. Fiducia dal primo minuto a Vivan, Shakpoke, Catalano, Sesa, Piemontesi, Cocco e soprattutto Maa Boumsong. Quest'ultimo prodotto del florido vivaio dell'Inter.
Celano-Rovigo verrà diretta da Alberto Di Stefano di Alghero. Guardalinee Cursio e Volpe.
Fischio di inizio fissato alle ore 14.30 allo stadio Piccone di Celano.

Andrea Sacchini 29/11/2008