Il Pescara tra mille difficoltà domani gioca a Sorrento

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1430



PESCARA. Quella di ieri è stata una giornata interlocutoria per quanto riguarda le vicende societarie in seno alla Pescara calcio. E così sarà fino al prossimo 15 e 16 dicembre, quando verrà convocato l'ultimo decisivo consiglio di amministrazione del club. In tale data il cda dovrà ratificare l'aumento di capitale sociale di circa tre milioni e mezzo di euro. Ammontare riconducibile al debito patrimoniale del sodalizio di via Pertini. Oltre a ciò entro breve tempo bisognerà garantire altri due milioni di euro circa per consentire senza problemi la gestione fino al prossimo giugno.
Qualora non venisse effettuata la ricapitalizzazione, ovviamente, i libri contabili del club verrebbero portati in tribunale.
Intanto, notizia confermata già da parecchi giorni, il prossimo 18 dicembre verranno discusse al tribunale di Pescara le prime istanze di fallimento del club. Fino ad ora sono quattro, un albergo, due ristoranti ed una società di mediazione calciatori che opera nel nord Italia. La cifra complessiva delle quattro istanze, ad ogni modo, si aggira sui poco più di 100mila euro. Cifra modesta per la quale certamente non si arriverà al fallimento.
Decisiva, dunque, è la data del 15-16 dicembre piuttosto che quella del 18 dello stesso mese. Prima e seconda convocazione del cda che dovrà anche eleggere nuovi membri dello stesso dopo le dimissioni del presidente Lisi, di Marin, De Luca e di Guzbilmez. Quest'ultimo amministratore delegato della società svizzera fantasma Eurocat Sa.
Fino al 16 dicembre, ad ogni modo, l'attenzione sarà quasi del tutto rivolta alla prima squadra ed al settore giovanile. E purtroppo non certo per motivi legati al calcio giocato e risultati sportivi.
Domani infatti la squadra sarà impegnata sul campo del Sorrento e attualmente non ci sono fondi per assicurare al team di Galderisi il ritiro prepartita.
Probabile dunque che la squadra parta addirittura di domenica mattina per poi far ritorno a Pescara subito dopo il triplice fischio finale. Una situazione assurda che probabilmente si protrarrà per tutto il mese di dicembre. Fortuna che per Sorrento almeno il pullman per la trasferta pare disponibile.
Per quanto riguarda il calcio giocato Galderisi domani con ogni probabilità darà fiducia a grandi linee allo stesso undici della scorsa settimana.
Conferma dunque per il 4-5-1. Tra i pali farà il suo ritorno Indiveri dopo aver scontato un turno di squalifica. Linea di difesa a quattro con Pomante e Siniscalchi centrali, Camorani a destra e Vitale sull'out di sinistra. A centrocampo Ferraresi ed uno tra Cardinale e Stella centrali con Zeytulaev ed il rientrante Felci a presidiare le corsie esterne. In avanti Di Vicino trequartista a supporto dell'unico terminale offensivo Simon. Per l'occasione Galderisi dovrà rinunciare per infortunio a Romito, Giuliano, Bazzani, Verratti e De Sousa. Incerta anche la presenza di Cardinale e Di Vicino. Qualora quest'ultimo dovesse dare forfait Pisciotta verrebbe inserito nel mezzo con Stella o Zeytulaev dietro l'unica punta.
Nel Sorrento mancheranno Minadeo e soprattutto il grande ex Federico Giampaolo. Entrambi sono stati appiedati per un turno dal giudice sportivo.
Tanti comunque sono gli ex della contesa. Tra le fila dei campani, oltre a Giampaolo, militano Spadavecchia, De Martis, La Vista e Biancone.
Il Sorrento è reduce dal roboante successo per 7-1 in settimana sul Gela in Coppa Italia Lega Pro. Sono andati a segno Minadeo, Strambelli, La Vista e quattro volte Biancone.
Per uscire indenni dal campo in sintetico di Sorrento l'undici di Galderisi cercherà per l'ennesima volta di trarre forza e determinazione dall'attuale difficilissima situazione. Proprio come avvenuto sette giorni fa all'Aragona di Vasto nel successo per 3-1 con lo Juve Stabia.
Sorrento-Pescara verrà diretta da Matteo Russo della sezione di Milano. Guardalinee Iannili ed Ernetti. Fischio di inizio domani alle ore 14.30 allo stadio Italia di Sorrento.
Intanto per Bazzani la stagione sarebbe quasi finita. Il giocatore, in via ufficiale, la prossima settimana verrà sottoposto ad un intervento chirurgico al ginocchio sinistro. Rientro previsto per la primavera del 2009.

Andrea Sacchini 29/11/2008