Futuro Pescara calcio. Si decide tutto entro fine 2008

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1999

PESCARA. Tra una ventina di giorni si conoscerà con maggiore chiarezza quale sarà il futuro prossimo della Pescara calcio. Due le ipotesi. Continuare con l'attuale gruppo o avviare la procedura fallimentare. Lo spartiacque decisivo è stato fissato per il prossimo 15 dicembre.
Entro quella data, più verosimilmente il 16 dello stesso mese giorno nel quale è stata fissata la seconda convocazione, i rappresentanti della Eurocat dovranno effettuare l'aumento di capitale sociale di circa 3,5 milioni di euro. Cifra riconducibile a debiti patrimoniali del club. In caso contrario, come ha già fatto intendere a più riprese Massimo Paolone, verranno portati i libri contabili del sodalizio di via Pertini in tribunale. Lo stesso presidente del collegio sindacale della Pescara calcio, inoltre, ha tenuto a precisare in questi giorni che il 15-16 dicembre sarà l'ultima data possibile per l'attuale gruppo per effettuare la ricapitalizzazione.
Oltre ai tre milioni e mezzo di debiti patrimoniali, inoltre, a breve il gruppo svizzero dovrebbe anche garantire altri due milioni per proseguire la gestione fino al prossimo giugno.
Nel frattempo dopo le dimissioni del presidente del cda Nicola Lisi, pochi giorni fa assente al consiglio di amministrazione svoltosi a Pescara, sarebbero ad un passo dall'addio anche De Luca ed Ercoli. Certe invece le dimissioni di Guzbilmez. Riguardo quest'ultimo viene meno l'unico punto di incontro tra il cda della Pescara calcio e la proprietà svizzera dell'Eurocat Sa. Questo sempre che realmente la famiglia Soglia abbia lasciato il delfino.
Intanto il 18 dicembre è stata fissata la prima udienza fallimentare che riguarda la Pescara calcio. Al momento hanno inoltrato istanza fallimentare quattro creditori del club. Un albergo, due ristoranti ed un gruppo di consulenza giocatori che opera nel nord Italia.
La cifra complessiva, ad ogni modo, è piuttosto modesta e supera di poco i 100mila euro. Dunque solo la punta dell'iceberg dell'attuale monte debiti della Pescara calcio.
Oggi pomeriggio al Campo Vestina di Montesilvano Cetteo Di Mascio ha indetto una conferenza stampa. L'attuale responsabile del settore giovanile biancazzurro con ogni probabilità metterà al corrente la città intera delle gravi difficoltà affrontate dai giovani del vivaio e da tutti i collaboratori del settore.
Infine la Lega ha smentito le dichiarazioni di Francesco Soglia secondo le quali la Pescara calcio vantava in Lega un credito di due milioni e mezzo di euro. Non c'è che dire, l'ennesima di una serie infinita di bugie da parte dell'ex proprietà...

Andrea Sacchini 27/11/2008